Quantcast
Politica

Primarie Pd, endorsement a urne aperte e ironia: la sfida locale nel marasma nazionale

burlando twitter cavarra morettini

Genova. Seggio per seggio. Voto per voto. La Liguria democratica vota per il suo segretario regioanle. Le primarie più anonime della storia del Pd ligure. Dopo quelle per il candidato sindaco di Genova che vide Marco Doria vincere, e ancora quelle con urne piene che hanno scelto i candidati per le elezioni del 2013, le due per il segretario nazionale, queste sono passate sottotono, in uno dei tanti momenti drammatici del Pd nazionale.

Matteo Renzi che ha spodestato Enrico Letta ha fatto la sua scelta, marcata e netta dalla parte di Alessio Cavarra. Dalla sua anche il Presidente della Regione Liguria, che ancora stamattina ha compiuto un ulteriore endorsment. Sotto lo rimbrotta ironicamente Massimiliano Morettini, già assessore alla cultura della Giunta Vincenzi. Queste primarie nel contesto ligure sono un indubbio test sia per Matteo Renzi sia per Claudio Burlando.

Gli altri canidati sono Giovanni Lunardon, tutt’altro che un outsider, squadra giovane e agguerrita dalla sua, qualche “renziano” racimolato nel percorso.
Infine l’outsider, Stefano Gaggero, non ancora trentenne, sostenuto dalla cosidetta lista Civati.

Si è cominciato a votare dalle 8 di questa mattina, si andrà avanti fino alle 20 di stasera. Un giro perlustrativo mattutino ha mostrato una discreta affluenza (minore delle ultime primarie) almeno nei seggi del ponente genovese. In tutti i seggi sono 200 in tutta la Regione.

Le regole, che tanti discorsi spinosi hanno generato nelle precedenti tornate, sono quelle che permettono di votare a chi ha compiuto 16 anni, solo se dichiara di riconoscersi nel programma del Partito Democratico, sottoscrivendo l’albo degli elettori e contribuendo alle spese con 2 euro. Necessari inoltre documento d’identità e tessera elettorale. Possono votare anche per gli immigrati in regola con il permesso di soggiorno.

Con il voto verrà inoltre composta anche la nuova Assemblea regionale del partito, formata da 250 membri in 5 collegi: 48 a Genova 1 (Ponente fino al Centro), 48 a Genova 2 (Centro), 39 a Genova 3 (Da Sturla al Tigullio), 67 a Savona-Imperia e 48 a La Spezia.

Il risultato dello scrutinio è previsto per domenica sera intorno alle 21.30.