Quantcast

Pallanuoto, A1 femminile: Rapallo vittorioso sul Firenze, il Bogliasco lotta ma si arrende alla capolistarisultati

Dora Kisteleki Rapallo Pallanuoto femminile

Rapallo. Vittoria casalinga per il Rapallo, che davanti al pubblico della piscina comunale del Poggiolino e allo sguardo attento del c.t. del Setterosa Fabio Conti ha la meglio sulle avversarie del Firenze nell’anticipo di venerdì sera.

Partenza con il freno a mano tirato per le gialloblù, che nei primi due tempi fanno fatica a prendere il largo sulle avversarie. Apre le marcature nel primo parziale Motta per Firenze, ma Rambaldi trova subito dopo il pareggio. Ancora a segno Firenze con Repetto, replica dall’altra parte Roberta Bianconi, che spinge la palla in porta dopo la traversa colpita da Kisteleki. Avanti nuovamente la squadra ospite con Motta, ma è sempre Roberta Bianconi a rispondere dalla parte opposta sfruttando la superiorità numerica. Sulla botta di Rambaldi che si insacca alle spalle del portiere Olimpi si chiude il primo parziale di gioco.

Secondo tempo sulla falsariga del primo, con le due squadre che rispondono colpo su colpo mostrando un sostanziale equilibrio. Segnano per il Rapallo Kisteleki (doppietta) e Claudia Criscuolo. Firenze replica due volte di seguito con Bartolini, poi con Motta e Lapi.

Cambio campo e situazione di parità (7 a 7). Ma è a questo punto che il tecnico gialloblu Luca Antonucci suona la carica e il Rapallo ingrana la quinta, registrando un parziale di 5 a 1. Apre le marcature l’incursione di Giulia Rambaldi, seguita nel tabellino da Roberta Bianconi. Ed ecco poi Aleksandra Cotti, che sfrutta la superiorità numerica. Accorcia Motta per il Firenze, ma prima Bianconi e poi ancora Cotti in superiorità portano le campionesse d’Italia in carica a +4 sulle avversarie.

Ultimo tempo e Rapallo che deve solo amministrare il vantaggio. Riesce invece ad incrementarlo grazie alle reti di capitan Frassinetti, Kisteleki (due gol, uno dei quali su rigore) e Rambaldi a sei secondi dal suono della sirena. A Firenze non bastano le reti di Lapi e Giachi. Finisce 16 a 10, con il Rapallo che consolida il secondo posto in classifica.

“Sono contento per la prestazione delle ragazze, soprattutto sotto l’aspetto psicologico, considerato che Firenze è un’ottima squadra – commenta Luca Antonucci –. Il lavoro che abbiamo fatto in settimana sull’uomo in più ha pagato, visto che abbiamo concretizzato tutte le superiorità numeriche a nostro favore. Certo, per Firenze l’assenza del portiere titolare ha influito, ma credo che il dato sarebbe stato comunque significativo. Ora l’obiettivo è vincere a Padova per confermare il secondo posto”.

Il tabellino:
Rapallo Pallanuoto – Firenze Pallanuoto 16-10
(Parziali: 4-3, 3-4, 5-1, 4-2)
Rapallo Pallanuoto: Stasi, Gragnolati, Zerbone, Kisteleki 4, Queirolo, Bianconi 4, Ioannou, S. Criscuolo, C. Criscuolo 1, Rambaldi 4, Cotti 2, Frassinetti 1, Risso. All. Antonucci.
Firenze Pallanuoto: Olimpi, Motta 4, Ferrini, Colaiocco, Settonce, Lapi 2, Bartolini 2, Repetto 1, Giachi 1, Craig. All. Sellaroli.
Arbitri: Colombo e Ferri.
Note. Superiorità numeriche: 7 su 7 più 1 rigore segnato per il Rapallo, 3 su 7 per il Firenze.

A Catania, invece, si è visto un Bogliasco che ci prova, che non molla, che lotta ma non al massimo delle sue capacità ma esce dalla Zurria lasciando il bottino pieno alla squadra padrona di casa e capolista. Pesanti i due primi parziali, difficili da recuperare, con un cambio di marcia negli altri due tempi, ma è troppo tardi, soprattutto contro una squadra come l’Orizzonte.

Krisztina Zantleitner, allenatrice della Rari Nantes Bogliasco, dichiara: “Rispetto alla partita contro il Rapallo siamo migliorate. Dobbiamo però giocare con un ritmo più sostenuto, riportando al sabato quello di bello e buono che facciamo durante la settimana, in allenamento. Possiamo migliorare e per farlo le ragazze devono credere in loro stesse e nelle loro capacità. Mi aspettavo l’Orizzonte forte quale è, senza Palmieri al centro hanno giocato facendo molti movimenti, molte entrate. Noi abbiamo provocato troppe espulsioni: anche contro le squadre più forti dobbiamo imparare a giocare come abbiamo fatto, ad esempio, contro Prato e Blu Team”.

Il tabellino:
G.S. Orizzonte – Rari Nantes Bogliasco 10-6
(Parziali: 4-2, 4-2, 1-1, 1-1)
G.S. Orizzonte: Ricciardi, Keszthelyi 1, Garibotti 2, Radicchi, Di Mario 5, R. Aiello, G. Aiello, Marletta 1, Gil, F. Aiello, Dursi 1, Lombardo , Zuccarello. All. Miceli.
Rari Nantes Bogliasco: Falconi, Viacava, Rossi 1, Dufour 1, A. Millo, Gallone, Maggi 1, Boero, Takacs 3, Di Fiore, Tagliaferri. All. Zantleitner.
Arbitri: Barbera e Lo Dico.
Note. Uscita per limite di falli Gallone nel quarto tempo. Superiorità numeriche: 6 su 11 più 1 rigore segnato per l’Orizzonte, 1 su 5 più 1 rigore segnato per il Bogliasco. Uscita per limite di falli Repetto nel terzo tempo.