Quantcast
Sport

Pallanuoto, A1 femminile: Rapallo espugna Padova, Bogliasco vittorioso sul Bolognarisultati

sport

Bogliasco. Dodicesima vittoria per il Rapallo, settima per il Bogliasco. La sesta giornata di ritorno è stata positiva per le due formazioni della provincia di Genova, che rafforzano, rispettivamente, il secondo e il sesto posto.

Vittoria importante per il Rapallo, che espugna Padova e aggiunge un tassello fondamentale per centrare l’obiettivo del secondo posto in classifica al termine della regular season. Dopo il passo falso dell’Orizzonte, sconfitta nell’anticipo di ieri sera dalla Mediterranea Imperia, oggi era infatti fondamentale per le gialloblù non cedere il passo alle imperiesi, benché il successo in trasferta contro una squadra ostica come il Plebiscito fosse tutt’altro che scontato.

Finisce 8 a 13 dopo una partita che si è mantenuta in sostanziale equilibrio fino all’inizio dell’ultima frazione di gioco, quando le gialloblù hanno innescato la quinta e, dal +1 con cui si era concluso il terzo tempo (e il tabellone che segnava 7 a 8) sono tornate in vasca con il piglio giusto per andare a conquistare i 3 punti, andando a bersaglio per cinque volte: tripletta di Kisteleki (che chiude la partita con 6 gol all’attivo), poi Cotti e Rambaldi. Al Padova non basta la rete in apertura di tempo di Barzon per tenere il passo delle rapallesi e agguantare il pareggio.

Ora, il rush finale si fa sempre più avvincente: la classifica vede le catanesi ancora prime a quota 42 punti e il Rapallo che segue a 37, sempre tallonato dall’Imperia a 35. Prossimo impegno per le gialloblù sabato 1 marzo, in trasferta contro il Prato.

Il tabellino:
Plebiscito Padova – Rapallo Pallanuoto 8-13
(Parziali: 3-3, 1-2, 3-3, 1-5)
Plebiscito Padova: Teani, Barzon 2, I. Savioli 1, Sganzerla, M. Savioli, Klaassen 1, Nencha, Dario 2, Rocco, Gottardo, Patelli, Lascialandà 2, Agosta. All. Posterivo.
Rapallo Pallanuoto: Stasi, Gragnolati, Zerbone, Kisteleki 6, Queirolo 1, Bianconi 1, Ioannou, S. Criscuolo 1, C. Criscuolo, Rambaldi 1, Cotti 1, Frassinetti 2, Risso. All. Antonucci.
Arbitri: Gomez e Tempesta.
Note. Uscite per limite di falli: Cotti e M. Savioli nel quarto tempo. Superiorità numeriche: 3 su 10 per il Padova, 2 su 3 più 3 rigori segnati per il Rapallo.

La Rari Nantes Bogliasco, invece, è tornata a giocare alla Vassallo, contro il Bologna. Formazioni riviste: tra le biancocelesti manca Tagliaferri ancora infortunata, al suo posto Cocchiere e ancora le giovani con Giulia Millo; nel Bologna rientra l’australiana Arancini e per turnover c’è Udoh al posto di Lenzi. Presente in tribuna il c.t. della nazionale Fabio Conti.

Il primo tempo è caratterizzato da errori e trasferimenti. Fatto salvo per il rigore conquistato da Viacava ma sbagliato da Takacs e una parata di Falconi sul tiro, al termine di una controfuga di Arancini. A 45” dal termine sblocca Alessia Millo, velocissima: porta il contropiede ed indisturbata va a segnare. Subito dopo costruisce l’azione, arriva davanti alla porta, con la vista periferica intuisce che Viacava sta arrivando, la serve ed il gioco è facilissimo: 2-0.

Prima superiorità numerica per le padrone di casa, da cinque prova Boero, serie di finte, stoppa la difesa bolognese, impugna Takacs e segna. Un paio di parate da entrambe le parti. La forte ungherese, ex di turno, è già caricata di due falli gravi personali, come Gallone. Segna Cocchiere dopo che Maggi prova ma il suo tiro viene parato da Giancristofaro. Bologna sblocca il suo tabellino con un tiro da fuori di Barboni. Tiro da fuori anche per Dufour a 15″ dal termine: 5 a 1.

Le marcature del terzo tempo sono aperte da Takacs, che dal centro si gira e con la marcatrice che resta dietro insacca. Risponde il Bologna con la doppietta di Arancini in superiorità. Rigore a favore delle locali, trasforma Alessia Millo anche se l’estremo difensore felsineo aveva intuito: 7-3. Ancora Millo a portare avanti il contropiede ed a servire Takacs che segna il suo terzo gol personale.

Ultimo tempo. Lotta al centro Agnese Cocchiere, 14 anni, senza macchia e senza paura, due reti consecutive, una mezza sciarpa ed una di potenza, tripletta personale e 10 a 3 per le bogliaschine. Boero, con una gran botta da fuori, sigla l’11-3. Gol fotocopia per Arancini. Chiude la superiorità numerica del Bogliasco conquistata da Di Fiore e trasformata da Gallone.

Krisztina Zantleitner, allenatrice del Bogliasco, afferma: “Un buon risultato ma ho visto ancora una volta che siamo partite con un ritmo troppo lento, sbagliando troppo in attacco e per fortuna la difesa ha giocato bene. L’ho già detto e lo ripeto dobbiamo essere più veloci ed incisive. Mi sono piaciute le piccole, quando entrano danno sempre il massimo, poi  la difesa e Carola Falconi che ha parato soprattutto  nei momenti più difficili”.

Giacomo Grassi, allenatore del Bologna, dichiara: “Ci manca l’esperienza. Vedo la squadra sempre molto impegnata e non posso imputare nulla alle mie ragazze che ci mettono serietà e passione. Il Bogliasco è una squadra molto giovane, come siamo noi, che ha in Takacs un punto di riferimento importante: è un piacere giocarci contro, è corretta, queste sono partite formative”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Rari Nantes Bologna 12-4
(Parziali: 2-0, 3-1, 3-2, 4-1)
Rari Nantes Bogliasco: Falconi, Viacava 1, Rossi, Dufour 1, A. Millo 2, Gallone 1, Maggi, G. Millo, Boero 1, Takacs 3, Di Fiore, Cocchiere 3, Casareto. All. Zantleitner.
Rari Nantes Bologna: Giancristofaro, Stefanini, Udoh, Mina, Rendo, Barboni 1, D’Amico, Manzoni, Arancini 3, Budassi, Calabrese, Pasquali, Ghedini. All. Grassi.
Arbitri: Bianchi e Sgarra.
Note. Nessuna uscite per tre falli. Superiorità numeriche: 2 su 5 più 2 rigori di cui 1 fallito per il Bogliasco, 2 su 7 per il Bologna.