Quantcast
Sport

Pallanuoto, A1 femminile: il Rapallo pareggia ad Imperia, agevole vittoria per il Bogliascorisultati

Sport

Bogliasco. Si è chiuso con un pareggio lo scontro d’alta classifica tra Imperia e Rapallo. Le giallobù conservano così la seconda posizione, obiettivo massimo nella stagione regolare alle spalle di un’irraggiungibile Orizzonte. Torna il successo il Bogliasco che, liquidando il modesto Blue Team, si è riportato in scia al Firenze, battuto dal Plebiscito.

Lotta, innesca azioni da grande squadra, passa in vantaggio, commette qualche errore di troppo in superiorità numerica, perde una pedina importante come Roberta Bianconi nel terzo tempo, quando la partita è in una fase decisiva. E alla fine il Rapallo esce dalla piscina Cascione con un pareggio.

Finisce 8 a 8, con il Rapallo che parte subito con il piede giusto e apre le marcature con Cotti. Replica Imperia ma il tiro del capitano Emmolo finisce fuori e poco dopo il portiere gialloblù Stasi si oppone alla conclusione di Pomeri. Contropiede del Rapallo, ma Gorlero è brava a negare il gol a Frassinetti. La mancina dell’Imperia acciuffa il pareggio a metà tempo. Ma il Rapallo è subito pronto a rispondere al colpo: lo fa con Queirolo, lasciata colpevolmente libera di tirare dalla difesa giallorossa. Le campionesse d’Italia in carica porvano ad incrementare il vantaggio con Kisteleki, ma Gorlero è brava a tenere la posizione tra i pali e ad intercettare la conclusione. Nulla può però sulla controfuga del Rapallo innescata dopo l’errore commesso da Borriello: pallonetto di Cotti e rete.

Secondo tempo, accorcia le distanze Stieber, è 2 a 3. Imperia appare da subito più aggressiva. Tira Queirolo in superiorità ma Gorlero le nega l’esultanza: è la prima delle tante occasioni sprecate da entrambe le squadre con l’uomo in più, come rilevato anche dal c.t. del Setterosa Fabio Conti, presente in cabina di regia per la diretta televisiva, e presente anche ieri nella piscina comunale di Rapallo, dove ha incontrato la squadra e il nuovo staff tecnico.

Centra invece il bersaglio Bianconi, ed è ancora Rapallo a +2. Poco dopo, l’azzurra del Rapallo cerca la doppietta, ma forza troppo e il tiro si spegne sul fondo. Imperia però non ha nessuna intenzione di cedere il passo alle avversarie. E pareggia, prima grazie alla rete di capitan Emmolo, poi con Stieber. La reazione del Rapallo è quella più sperata dal tecnico Antonucci: Kisteleki supera il portiere giallorosso con un pallonetto, poi ecco il rigore segnato da Elisa Queirolo dopo il fallo fischiato ad Emmolo su capitan Frassinetti. Sulla conclusione fuori di Stieber suona la sirena.

Cambio campo, si riprende dal 4 a 6. Contropiede del Rapallo, ma Gorlero si supera deviando sopra la traversa il tiro di Kisteleki. Dopo 3 minuti e mezzo di gioco si verifica uno degli episodi chiave: Rapallo in superiorità numerica, ma la difesa dell’Imperia intercetta un passaggio sbagliato. Sfuma così la possibilità per le ragazze di Luca Antonucci di portarsi sul +3. Segna comunque poco dopo Queirolo, con una conclusione di forza. Ma il gap è subito ridotto da Giulia Emmolo, che questa volta sfrutta la superiorità. Entrambe le squadra falliscono un paio di occasioni a testa ad uomo in più, fino al suono della sirena. Si va all’ultima frazione di gioco sul punteggio di 5 a 7.

Rapallo prova a chiudere la pratica, riesce invece la rimonta di Imperia, che agguanta il pareggio con i gol di Ralat e Carrega. Tutto da rifare per le rapallesi, che ci provano con Sonia Criscuolo ma chiude bene la veterana Elisa Casanova in difesa. Le parti si invertono e per la prima volta in partita è l’Imperia a passare in vantaggio. Lo fa ancora con il capitano Emmolo, con il tiro mancino che non perdona sfruttando la superiorità. Questa volta, però, anche il Rapallo non commette errori e sfruttando l’uomo in più segna con Sonia Criscuolo. Stasi si supera su tiro di Stieber che fa per un momento sobbalzare la panchina del Rapallo. Ancora un paio di capovolgimenti di fronte, poi ecco il suono della sirena che chiude il match. Finisce 8 a 8.

“Abbiamo avuto più di una volta la possibilità di portarci sul +3, purtroppo non siamo riusciti a chiudere il match all’inizio, ma sono comunque contento per la prestazione delle ragazze: abbiamo prodotto buoni azioni e messo in campo un bel gioco – commenta Luca Antonucci –. L’Imperia è stato bravo a recuperare, e per quello che si è visto in vasca all’ultimo direi che è andata bene così, è un risultato giusto per quello che hanno espresso le due squadre. Torniamo da una trasferta impegnativa con un punto, comunque importante ai fini della classifica, perché rimaniamo al secondo posto”.

Il tabellino:
Mediterranea Imperia – Rapallo Pallanuoto 8-8
(Parziali: 1-3, 3-3, 1-1, 3-1)
Mediterranea Imperia: Gorlero, Ralat 1, Borriello, Tedesco, Stieber 2, Casanova, Pomeri, Carrega 1, Emmolo 4, Bencardino, Drocco, Amoretti, Solaini. All. Capanna.
Rapallo Pallanuoto: Stasi, Gragnolati, Zerbone, Kisteleki 1, Queirolo 3, Bianconi 1, Ioannou, S. Criscuolo 1, C. Criscuolo, Rambaldi, Cotti 2, Frassinetti, Risso. All. Antonucci.
Arbitri: Fusco e Piano.
Note. Uscite per limite di falli Drocco e Bianconi nel terzo tempo. Superiorità numeriche: 2 su 8 per l’Imperia, 2 su 9 per il Rapallo.

Nel Bogliasco rientrano Tagliaferri e Boero; spazio alle giovani Agnese Cocchiere e Giulia Millo. Manca Lolla Di Fiore. La prima palla è delle locali. Alessia Millo apre le danze: un bel gol sul corto. Rigore a favore della Rari Nantes, Takacs in posizione, l’arbitro fischia, la giocatrice non era pronta e quindi prosegue il gioco. Poi va a segnare in superiorità: 3 a 0. Tagliaferri, che rientra dopo un lungo infortunio, si alterna al centro ma gioca, in maniera precauzionale, anche sul periodo; il suo gol infatti arriva da posizione cinque. Chiude il parziale della prima frazione il gol di Maggi.

Secondo tempo. Cambio di portiere per il Blu Team: Messina al posto di Ignaccolo. Dufour sigla il sesto gol delle padrone di casa. Para Falconi su Greenwood. Alessia Millo, scatenata, fa 7 a 0. Contropiede di Takacs, rigore a favore del Bogliasco: Messina para la botta di Boero. Takacs servita con il compasso da Giulia Millo porta a 8 le reti. Bel gol di Viacava in superiorità, poi D’Amico sblocca il tabellino del Blu Team: 9-1. Ancora Alessia Millo in superiorità, quindi gran gol in rovesciata dal centro di Tagliaferri per l’11 a 1.

Cambio vasca, palla al Bogliasco, Maggi serve Viacava ed è il 12-1. Alessia Millo veloce e potente in contropiede va a bersaglio. Sull’altro fronte Falconi para le incursioni delle siciliane. Tiro difficile ed angolato di Greenwood per il +11. Rossi per il Bogliasco sigla il 14-2. Di Stefano e poi Alessia Millo in superiorità chiudono il terzo tempo con il 15 a 3.

Ultimo tempo. Cambio di portiere per il Bogliasco, Casareto al posto di Falconi. Takacs va in gol per il 16-3. Finale tutto per la “cantera” della Rari Nantes Bogliasco con le reti di Agnese Cocchiere e Giulia Millo.

Krisztina Zantleitner, allenatrice del Bogliasco, afferma: “E’ tornata la nostra difesa e questo è molto importante. Anche l’attacco, 18 reti, non era ancora successo. Sono felice per Agnese e Giulia, le nostre piccole, che hanno giocato e anche segnato. Sono soddisfatta ma non dobbiamo mollare, mai, e crederci sempre anche contro squadre come il Rapallo”.

Antonio Ajosa, allenatore del Blu Team, dice: “Non ha funzionato niente, purtroppo. Non è un momento felice, siamo in una condizione un po’ complicata e stiamo cercando di recuperare l’amarezza per la sconfitta contro il Messina e non è semplice. Dal punto di vista teorico siamo quelli votati per la retrocessione, una delle squadre più deboli ma costituita da ragazze di Catania. Così come il Bogliasco oppure il Prato e mi fa molto piacere, questo è un valore aggiunto. Stiamo lavorando e questa sera non abbiamo neppure avuto fortuna. Voglio complimentarmi con le nostre avversarie, sono contento di aver giocato contro di loro, stanno facendo un grande campionato”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Blu Team 18-3
(Parziali: 5-0; 6-1; 4-2; 3-0)
Rari Nantes Bogliasco: Falconi, Viacava 2, Rossi 1, Dufour 1, A. Millo 6, Gallone, Maggi 2, G. Millo 1, Boero, Takacs 2, Cocchiere 1, Tagliaferri 2, Casareto. All. Zantleitner.
Blu Team: Ignaccolo, Greenwood 1, Di Stefano 1, Ayale, Borrello, Iuppa, D’Amico 1, Buccheri, G. Palmieri, Grillo, Messina. All. Ajosa
Arbitri: Castagnola e Valdettaro.
Note. Superiorità numeriche: 5 su 6 più 2 rigori falliti per il Bogliasco, 0 su 11 per il Blu Team.