Quantcast
Cronaca

Oltre 130 indagati in soli due mesi. Crisi: boom di mancati pagamenti dei contributi

Sede Inps via d'Annunzio

Genova. Le cifre della crisi nei mancati versamenti agli enti previdenziali. Negli ultimi due mesi sono stati 130 i piccoli imprenditori che hanno ricevuto un avviso di garanzia per questo aver omesso di versare i contributi previdenziali dei loro addetti. Molti sono di Genova, altri del Tigullio e sono finiti nel lungo elenco in mano alla Procura della Repubblica artigiani, piccoli imprenditori, commercianti e impresari edili.

In alcuni casi si parla di mancati versamenti per poche centinaia di euro, in altri casi, invece, si arriva a decine di migliaia di euro. Il blitz degli ispettori dell’Inps è scattato nei mesi scorsi e le segnalazioni, trattandosi di un reato penale, sono poi finite in Procura sulla scrivania del procuratore aggiunto Vincenzo Scolastico che ha aperto per ogni caso un fascicolo unico per il reato di “omesso versamento delle ritenute previdenziali dei lavoratori dipendenti”.

Ora la Procura dovrà decidere che linea seguire e come procedere. Nei casi più lievi e per le cifre minori si potrà ipotizzare un decreto penale di condanna, mentre per chi ha omesso somme molto più alte si profila la richiesta di rinvio a giudizio.

Più informazioni