Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Livorno-Genoa: le nostre pagelle

Livorno. Il Genoa trova il vantaggio e governa il primo tempo senza troppi problemi. Poi nel secondo tempo soffre.

Perin 7 – venti minuti di noia, poi si ritrova un Paulinho non in stato di grazia che spreca l’occasione. Da lì ci prova prima Benassi e poi Emeghara. Lui non si lascia spaventare. Disarmante.

Portanova 5 – gestisce bene i cross dal fondo, male gli spioventi e gli uno contro uno. Tritato.

Burdisso 5 – eccessi di sicurezza, attacca sempre il pallone e spesso si trova l’uomo alle spalle. Dormiglione.

Marchese 6,5 – in mezzo agli sbadati, appare il più sveglio. Diagonale salvavita su Emeghar al 30’ e ripetuti interventi puliti. Puntuale.

De Ceglie 6,5 – Gasperini lo arretra e lui comincia con un tocchetto sbagliato che non crea danni. Poi olia i meccanismi con Antonelli e da lì nascono molti pericoli, con pochi rischi per la difesa. Bilanciato. Dal 60’

Sturaro 6,5 – entra a far legna, ma decide anche di ispirare gli avanti per qualche grattacapo al Livorno, bel giocatore. Veemente.

Vrasaljko 6 – non fa gli straordinari, se la vede con il giramondo e tanto decantato Mesbah, e lo annulla. La sua prestazione non sembra però bastare e Gasperini lo toglie al primo errore. Museruola. Dal 49’

Motta 6 – dovrebbe portare esperienza, invece si cala in una partita diventata tosta in maniera tosta. Mimetico.

Bertolacci 6,5 – in crescita proprio dal punto di vista della personalità, detta i tempi e appena trova lo spiraglio si mette in proprio. Autorevole. Dal 70’ Cabral 6 – messo dentro per la trincea, attacca tutto quello che gli è attorno. Cagnaccio.

Matuzalem 7 – finché regge la testa e tengono le gambe rimane uno dei migliori centrocampisti della serie a. Innesca Gilardino sul primo gol, e usa mestiere per tutto il match. Solido.

Antonelli 7 – sgravato da compiti difensivi, si fa trovare puntuale al tap in vincente per il vantaggio. Crea molti pericoli. Vispo.

Konate 5,5 – ogni scatto è un sussulto, ogni azione pensi sbocci, ma poi … Bruco

Gilardino 6 – sgomita, si sfianca, fa sponde e finsice troppo spesso in fuorigioco. Wrestler.