Quantcast
Cronaca

In Liguria evasi 673 milioni di euro e beccati 67 finti poveri: a Genova 1 scontrino su 3 è irregolare

Liguria. Sono stati 3325 gli interventi ispettivi messi in atto nel 2013 dalla guardia di finanza ligure, che hanno consentito di constatare oltre 673 milioni di euro sottratti a tassazione, circa 64 milioni di Iva evasa e denunciare 248 responsabili di reati e frodi fiscali.

Ma il bilancio della guardia di finanza non finisce qui. I danni erariali ammontano a 137 milioni di euro, le frodi ai finanziamenti comunitari e nazionali a 5,4 milioni e sono stati smascherati 67 finti poveri. Per quanto riguarda il contrasto all’economia sommersa, sono stati 303 gli evasori che hanno occultato al fisco 505 mlioni di euro. Scoperti inoltre 1364 lavoratori in nero.

Venendo agli scontrini fiscali, infine, a Genova spetta la maglia nera in Liguria: 1 su 3 è risultato irregolare.

“Risultati importanti, che rispecchiano l’obiettivo che ci siamo prefissati anche per il 2014 tramite interventi sempre più mirati”, spiega il generale Rosario Lorusso, comandante delle fiamme gialle liguri, che stamattina ha illustrato i risultati dell’ultimo anno di attività.