Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Le elezioni a Santa Margherita e il quasi certo ritiro di De Marchi. FI: “Scelta che gli fa onore”

Santa Margherita. In queste ultime ore a Santa Margherita Ligure si fa sempre più insistente il ritiro dalla scena politica cittadina del Sindaco Roberto De Marchi, alla fine di questa legislatura.

Il gruppo di Forza Italia di Santa Margherita Ligure / Portofino ritiene doveroso, a tal proposito, evidenziare alcuni punti.

“Prendiamo atto con piacere che il Prof. Roberto De Marchi abbia deciso o sta per decidere di fare un passo indietro ritirandosi dalla scena politica cittadina. Questo a nostro avviso gli fa onore ed evidenzia finalmente come qualcuno della vecchia nomenclatura politica cittadina abbia capito che i tempi sono cambiati e che occorre fare un radicale cambiamento metodologico che necessariamente passa attraverso la presenza e l’impegno di nuove generazioni con visioni molto più ampie rispetto a quelle che abbiamo visto negli ultimi 20 anni attraverso le stesse persone impegnate a governare. Secondo noi solo attraverso una politica collegiale, di apertura, di rispetto delle proposte altrui potremo ridare dinamismo e slancio a questa città che ancora oggi vive di odio personale tra i soliti noti”, spiega il coordinatore Adriano Bena.

E’ inutile nasconderlo, ma l’astio che ha visto negli ultimi anni alcuni personaggi politici sammargheritesi scontrarsi tra di loro, a volte anche in modo violento da un punto di vista dialettico, ha allontanato costoro dai veri problemi che i nostri concittadini affrontano nel quotidiano. Ci auguriamo che la scelta del Prof. Roberto De Marchi sia seguita da altri della sua generazione che oggi pare si vogliono riproporre, ancora una volta, nella gestione della cosa pubblica cittadina – concludono – Noi pensiamo che costoro vadano, tuttavia, ringraziati a prescindere se i loro atti sia condivisibili o meno;
hanno impegnato il loro tempo per la città per tanti anni e quindi noi riteniamo doveroso e rispettoso riconoscerne l’impegno, ma ora crediamo sia giunto il momento di farsi da parte proprio per il bene della nostra comunità”.