Quantcast

Lavori pubblici, via al piano triennale 2014-2016: indebitamento da 30 milioni per il Comune di Genova

palazzo tursi comune genova

Genova. “Il piano triennale dei lavori pubblici è costituito da interventi mirati a concludere la messa in sicurezza delle scuole, a combattere il dissesto idorgeologicom, a promuovere l’edilizia abitativa e a supportare i trasporti. In una situazione complicata siamo stati il primo Comune a presentare un piano del genere. L’ambiente chiede conto degli errori del passato, noi cerchiamo di intervenire”. Così l’assessore ai Lavori pubblici Gianni Crivello, presentando il nuovo piano 2014-2015 del Comune di Genova. Gli interventi comporteranno per l’amministrazione 30 milioni di euro di nuovo indebitamento con le banche, la metà dei 60 milioni del 2013.

Il contratto di servizio dell’azienda comunale di manutenzioni Aster costerà 12 milioni e 200 mila euro. Investiti 4 milioni nelle manutenzioni diffuse, 4 nella sicurezza delle scuole, 3.5 nel trasporto pubblico, 2 nella messa in sicurezza dei torrenti, 2 nelle case popolari, 4 nelle somme urgenze e accordi bonari. Novità 2014 sarà la ripartizione di 1.8 milioni tra i 9 Municipi per “interventi puntuali”.

La diminuzione dell’indebitamento 2014 rispetto al 2013 è da collegare, oltre ai tagli nazionali alle casse comunali, ai 15 milioni messi sul “piatto” nel 2013 per portare avanti il progetto dello scolmatore del torrente Fereggiano, il rio che nell’alluvione del 4 novembre 2011 provocò 6 morti.