Quantcast
Economia

Interferiscono con l’aeroporto, no alle pale eoliche nel porto di Genova. Merlo: “Allo studio piano alternativo”

porto di genova

Genova. Pale eoliche sulla diga foranea del porto di Genova: progetto bocciato. E’ stato deciso oggi dalla Via regionale della Liguria, su indicazione dell’Enac. Le pale interferirebbero infatti con il cono aereo del vicino aeroporto Cristoforo Colombo.

Enel Green Power ha messo però a punto un secondo progetto con l’architetto Renzo Piano, che ha progettato speciali pale eoliche sperimentate da circa un anno da Enel a Molinetto di Pisa. La nuova pala minieolica è alta venti metri contro i cinquanta di quelle tradizionali bocciate da Enac e ha forme diverse. Nei casi di assenza totale di vento la pala si riduce a una sottile linea verticale data dalla torre, di 20 metri, con un diametro di appena 35 cm, e dalle due pale verticali, il cui diametro non supera i 16 metri.

“Enel Green Power e Renzo Piano – ha detto il presidente dell’Autorità Portuale di Genova Luigi Merlo – hanno messo a punto un nuovo tipo di generatore eolico che con
altezze e forme più contenute unite a una disposizione diversa delle pale lungo la diga foranea dovrebbe risolvere ogni problema di interferenza con l’aeroporto”.

“Abbiamo anche richiesto a Enav uno studio complessivo sul cono aereo del Cristoforo Colombo per verificare tutte le problematiche riguardanti l’interferenza delle attività portuali con il traffico aereo, dalle gru al transito delle navi più grandi alle stesse pale eoliche. Sarà pronto a breve”.