Quantcast
Economia

Ilva, Riva rinviato a giudizio per frode fiscale: processo a maggio

acciaierie di cornigliano ilva anni 70 80

Presunta maxi-evasione fiscale da 52 milioni di euro nel 2007. E’ quanto ha contestato la Procura di Milano a Emilio Riva, il patron dell’Ilva, rinviato a giudizio insieme ad altre tre persone, all’epoca rispettivamente responsabile finanziario e componente del cda, responsabile fiscale del gruppo dell’Ilva di Taranto e anche il managing director di Deutsche Bank Londra di allora.

Il processo comincerà il prossimo 19 maggio a Milano. Secondo la ricostruzione del gup, il colosso del settore metallurgico avrebbe indicato nella dichiarazione dei redditi 2008 elementi passivi fittizi per poter pagare meno tasse al fisco italiano.