Quantcast
Cronaca

Genova, Silp: “Stop dalla Ragioneria di Stato al riordino carriere del comparto sicurezza”

silp cgil

Genova. La Ragioneria Generale dello Stato ha stoppato il Riordino delle Carriere che interessa il Comparto Sicurezza.

Le promesse del Ministro dell’Interno Alfano, sostenute dal Capo della Polizia Prefetto Panza, si sono arenate perché ritenute non in linea con la spending review. Troppo onerose, visto che al momento la bozza di riordino poteva contare su una copertura di 119 milioni di euro. (circa 1/10 della cifra necessaria!)

Ancora una volta la categoria ė stata illusa dalla propaganda sul riconoscimento della specificità del Comparto Sicurezza.

Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha chiamato con urgenza tutti i sindacati a discutere su una bozza di riordino che evidentemente aveva come obiettivo quello di far passare un messaggio mediatico sullo sterile interesse del governo per un Comparto Sicurezza utilizzato come al solito per politici interessi propagandistici..

Un bozza di riordino delle carriere che in realtà si concentra sulla novità della contrattualizzazione del ruolo dirigenziale e la conseguente spartizione di potere tra le varie cordate che conducono alla collocazione dei posti che contanoo all’interno del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e degli ambienti militari.

Progetto furbescamente celato dall’illusoria promessa alla base di promozioni alle qualifiche superiore per tutti.(della serie: “ce n’è..per tutti…!!)

Una brutta pagina che si aggiunge ad un libro che sembra non aver mai fine.

Per dare una risposta vera e non demagogica al Comparto Sicurezza occorrono immediate risposte su sblocco contrattuale e automatismi stipendiali.

Non abbiamo bisogno di demagogia pre elettorale a vantaggio di chi cerca consenso tra le lavoratrici ed i lavoratori in divisa.

Roberto Traveso, segretario provinciale Silp Cgil

Più informazioni