Quantcast
Cronaca

Erzelli e il nodo trasporti, Dagnino: “Potenziato il servizio, ma mezzi pubblici ancora poco usati”

siemens erzelli

Genova. Prima Ericsson, poi Siemens: il parco scientifico e tecnologico comincia a prendere forma: 1500 operatori che giornalmente si muovono da e per la collina che sovrasta Sestri Ponente, senza considerare gli “occasionali”. “Il nodo dei trasporti è sempre stato un punto cardine – ha detto oggi il consigliere comunale Alberto Pandolfo ponendo la questione in Aula Rossa – per quanto riguarda la mobilità privata esiste un parcheggio a tariffa oraria dalle 7 alle 22, ma quale è lo stato della mobilità pubblica tra città e parco?”

“Il caso Erzelli è emblematico – ha risposto l’assessore Annamaria Dagnino – di fronte alla crescita dell’insediamento, fondamentale per la città, abbiamo dovuto gestire il problema trasporto. Abbiamo quindi chiesto ad azienda e lavoratori quali fossero le esigenze di potenziamento: ad alcune abbiamo provato a rispondere, ad altre non abbiamo potuto”.

Nella pratica: aumentare la frequenza del bus 128 che collega Erzelli con la stazione di Sestri, nell’ora di pranzo (ore 12), non è risultato fattibile. “Bisognava aggiungere una vettura e un eventuale incrocio fra due avrebbe creato problemi data la strada stretta – ha spiegato Dagnino – ma secondo i dati della nostra analisi non si è registrata comunque sofferenza”. Un’altra richiesta invece è stata soddisfatta: l’estensione oraria della linea 5, che collega Erzelli con Cornigliano, fino alle 10 al mattino e alle 19 alla sera, per un totale di 22 corse in più.

“Potenziare il servizio è costato 75 mila euro per anno – ha sottolineato l’assessore -ma lo abbiamo fatto nella consapevolezza che, nonostante la crisi gravissima di Amt, una risposta bisognava comunque darla”. E nonostante, a seguito del monitoraggio successivo, “non si noti un utilizzo intenso nelle ore del potenziamento”.

“Evidentemente non c’è ancora l’abitudine di utilizzare il mezzo pubblico – ha detto ancora Dagnino – che presenta per altro un interscambio facile con la vicina stazione”. I dati dell’uso del trasporto pubblico sono ancora bassi. Per quanto riguarda il mezzo privato, Erzelli presenta oggi un parcheggio libero da 100 posti, e un grande parcheggio comunale affidato a Ght secondo lo schema tariffario massimo approvato nel 2010 date dal consiglio: 5 euro al giorno, con possibilità di abbonamenti convenzionati. “Abbiamo cercato di dare risposte nelle nostre possibilità – ha concluso Dagnino – ma più in generale, data la carenza di spazi, sarebbe auspicabile un maggiore utilizzo del mezzo pubblico”.