Quantcast
Cronaca

Dall’adeguamento del “Bisagnetto” all’ascensore per la scuola Mario Mazza: Tursi approva

Genova. Un progetto per migliorare la raccolta delle acque su piazzale Adriatico e uno per abbattere le barriere architettoniche in una scuola di via Napoli. Sono le due pratiche approvate oggi in giunta su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici, Gianni Crivello.

Nella riunione di questa mattina è stato infatti approvato il progetto preliminare per l’adeguamento idraulico del rio Torre di Quezzi (il cosiddetto “Bisagnetto”), che confluisce nel Bisagno all’altezza di Ponte Carrega. L’opera, che comporta un investimento di 833mila euro, comprende il rifacimento per circa 150 metri dello “scatolare”, l’ampliamento dello “sghiaiatore” a monte del tratto tombinato e il posizionamento di una valvola antiriflusso nella rete bianca di piazzale Adriatico.

“Questo progetto preliminare – ha osservato l’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Crivello – ha lo scopo di migliorare la raccolta delle acque su piazzale Adriatico, una zona già colpita pesantemente dalle alluvioni, tanto che una parte degli alloggi è ancora inagibile.”

La seconda delibera, sempre su proposta di Crivello di concerto con l’assessore alle Scuole Pino Boero, riguardava l’abbattimento delle barriere architettoniche nella scuola Mario Mazza in via Napoli, dove verrà realizzato un ascensore.

La spesa prevista, cofinanziata dalla Regione Liguria, è di 60.000 euro, con un intervento che – come ha sottolineato Crivello – si colloca nel quadro del piano di messa in sicurezza delle scuole cittadine e prevede nel 2014 un investimento di 4 milioni di euro e nel 2015 di altri 2 milioni euro.
Si tratta di interventi per il riordino degli apparati tecnici, le vie d’uscita, le scale antincendio e gli impianti elettrici.

“L’attenzione che il nuovo governo ha indicato verso l’edilizia scolastica non ci trova impreparati. Siamo nelle condizioni – ha aggiunto l’assessore Crivello – di indicare altri interventi migliorativi che possano consolidare il buon lavoro fatto nel corso di questi anni.”