Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cinghiali, mais e focaccia per alimentarli: scoperte e sequestrate postazioni abusive

Genova. Quattro postazioni abusive per alimentare i cinghiali con grosse quantità di mais, pane e pezzi di focaccia. E’ quanto ha scoperto e sequestrato la Polizia Provinciale durante i pattugliamenti degli ultimi giorni.

“Nutrire i cinghiali è vietato perché favorisce l’aumento di questi animali, già fin troppo prolifici e che provocano danni devastanti alle coltivazioni, ai muretti a secco, ai sentieri, e si spingono sempre più spesso anche fra le case provocando disagi e rischi per gli abitanti”, ricorda il corpo Provinciale che ha intensificato i controlli sul territorio per eliminare siti abusivi di foraggiamento dei grossi ungulati e sanzionare i responsabili.

I responsabili dei foraggiamenti non autorizzati hanno ricevuto sanzioni amministrative di 102 euro, come previsto dalle normative. “Da levante a ponente siamo impegnati – dice la comandante Francesca Bellenzier – a cercare e smantellare i siti abusivi. Gli unici foraggiamenti consentiti, infatti, sulla base del regolamento provinciale per la caccia al cinghiale, sono quelli utilizzati a scopo conoscitivo nelle
operazioni di censimento e controllo della specie e quelli programmati a scopo dissuasivo dagli ambiti territoriali di caccia, in accordo con la Provincia, per allontanare gli ungulati dalle coltivazioni nel
periodo estivo, quando il bosco offre meno cibo. Questa attività è comunque vincolata al rispetto di precise disposizioni, con punti di foraggiamento distanti almeno cinquecento metri dalle coltivazioni e
dagli abitati e circoscritta al periodo fra aprile e settembre”.