Quantcast
Economia

Carige, dalle banche garanzie sull’aumento di capitale

banca carige

Genova. Banca Carige ha annunciato l’avvio delle attività propedeutiche all’esercizio della delega all’aumento del capitale sociale fino a massimo di 800 milioni da esercitarsi entro il 31 marzo 2014. L’istituto ha già selezionato le banche del futuro consorzio di garanzia per l’intero ammontare dell’operazione.

Carige spiega nel dettaglio in una nota di aver sottoscritto accordi di pre-underwriting con Mediobanca (in qualità di global coordinator e joint bookrunner), Citigroup, Credit Suisse, Deutsche Bank e UniCredit (in qualità di co-global coordinator e joint bookrunner) e Commerzbank e Nomura International (in qualità di joint bookrunner). Il consorzio potrà essere inoltre allargato ad altre istituzioni finanziarie, viene poi spiegato.

Con tali accordi le banche si sono impegnate a partecipare a un consorzio di garanzia per l’aumento di capitale delle azioni ordinarie Banca Carige che non risultassero sottoscritte all’esito dell’offerta in borsa dei diritti inoptati, fino a un ammontare complessivo di 800 milioni.

“Lavorano gli advisor su questa operazione – ha commentato il presidente Paolo Momigliano -, abbiamo un mese di tempo, quando avremo un quadro chiaro potremo decidere cosa fare”.

Più informazioni