Quantcast
Altre news

Borzonasca, ancora chiusa la provinciale 49 Sopralacroce. Domani in azione escavatore da parete

frana borzonasca

Borzonasca. Bisogna chiudere di nuovo. Almeno per questa notte, in attesa dell’intervento di domani, sabato 15, quando arriverà sulla frana della provinciale 49 di Sopralacroce un escavatore da parete che in gergo si chiama “ragno” perché questo mezzo può inerpicarsi e ancorarsi sui versanti per scavare.

Per riaprire il tratto fra i km. 7,950 e 8,050 della strada, nel Comune di Borzonasca, gli uomini della Provincia mercoledì avevano lavorato tutto il giorno, tagliando alberi alti anche più di venti metri, soprattutto acacie, lasciati in bilico dalla frana. Quarantotto ore dopo, però, un nuovo sopralluogo della Provincia, con il responsabile di zona per la viabilità Gino Delucchi, e del Comune di Borzonasca con il sindaco Giuseppino Maschio, ha evidenziato che sulla parte alta del pendio sopra la carreggiata ci sono altri materiali, pezzi di roccia e strati di terra, ancora in movimento e pericolanti.

Sul posto i lavori della Provincia sono continuati anche oggi, ma per motivi di sicurezza è stata decisa la chiusura della circolazione sul tratto dalle 18 di questa sera. Domani arriverà sulla frana, come detto, un escavatore da parete “pronto a entrare in azione immediatamente dicono i tecnici – se il tempo lo consentirà, perché sono previste nuove piogge, per rimuovere i materiali pericolanti”.

Più informazioni