Quantcast
Sport

Basket, Serie A2: l’Almo Nature NBA-Zena espugna Muggia e sale al secondo posto

sport

Genova. L’Almo Nature NBA-Zena espugna il difficile campo del Muggia al termine di una dura battaglia che, considerata la sconfitta di Trieste in casa con Geas, issa la formazione di Vaccaro al secondo posto in classifica.

Sempre avanti la squadra genovese tranne un episodico vantaggio di un solo punto delle padrone di casa al 28° (36-35); per il resto le rosanero hanno condotto continuativamente. Tuttavia, più volte sopra con vantaggi di sette punti (4-11 al 6°, 17-24 al 17°), non sono riuscite a piazzare il break che potesse sembrare decisivo, complice anche un’inedita imprecisione dalla lunetta (4 su 9 nel primo quarto, 6 su 11 all’intervallo).

Nella prima metà dell’incontro, dapprima Cerretti e poi Principi mettono il bavaglio alla temutissima Borroni che assomma all’intervallo otto punti ma con 4 su 14 alle conclusioni. Dura anche la vita per Martina Bestagno sotto canestro ed è De Scalzi a prendere per mano la squadra ben coadiuvata da Principi che, oltre a svolgere un oscuro ma prezioso lavoro difensivo, riesce anche a dare consistenza al suo bottino offensivo (tripla preziosissima sulla sirena poco prima dell’intervallo).

Dopo l’intervallo lungo piccolo passaggio a vuoto, con soli sei punti in otto minuti, consente alle padrone di casa di mettere il naso avanti, ma è solo per un attimo; Bindelli chiude il periodo con una conclusione dall’angolo che consente all’Almo Nature di andare all’ultimo intervallo con lo stesso vantaggio della sosta lunga (38-41).

L’ultimo periodo si apre con un antisportivo subito da De Scalzi che si stava involando in contropiede: 1 su 2 nei liberi e sul successivo possesso Valentina Costa porta la squadra ospite di nuovo sul +6 (38-44). La svolta definitiva a metà dell’ultimo quarto: Principi stoppa la lunga Romagnoli, Bestagno in tre secondi commette terzo e quarto fallo ma Vaccaro corre il rischio lasciandola in campo e lei lo ripaga con una tripla frontale seguita da una tripla di De Scalzi dall’angolo (42-54 a cinque minuti dal termine). A quel punto la partita è segnata, le padrone di casa non riescono a reagire e Principi suggella la sua ottima prestazione con un’altra stoppata su Cumbat.

Vaccaro ha utilizzato otto giocatrici, tutte sono andate a punti e la vittoria, mai come in questa occasione, è stata una vittoria di squadra con il prezioso supporto di una ritrovata Giorgia Belfiore (18 minuti con 4 rimbalzi, 1 stoppata ed 1 delizioso assist per De Scalzi) e di Dade Algeri, 5 minuti di sostanza impreziositi da una acrobatica conclusione in contropiede.

“Era importante vedere il frutto del lavoro di questi ultimi venti giorni, soprattutto sulla difesa, e vincere in questo modo mi ha fatto davvero piacere – commenta coach Vaccaro a fine incontro -. Ho proprio visto le nostre maglie difensive chiudersi nel momento del break decisivo. È stata una vittoria di tutto il collettivo e potrebbe rappresentare davvero una svolta nel nostro cammino ma c’è comunque ancora tanto da lavorare”.

Il tabellino:
Querciambiente Muggia – Almo Nature NBA-Zena 50-59
(Parziali: 10-12; 26-29; 38-41)
Querciambiente Muggia: Meola, Borroni 14, Cergol 8, Castelletto, Cumbat, Romagnoli, Fragiacomo 5, Capolicchio 14, Palliotto 9. All. Trani.
Almo Nature NBA-Zena: Bestagno M. 16, Bindelli 4, Piermattei ne, Belfiore 2, Cerretti 1, Policastro ne, Algeri 2, Principi 7, De Scalzi 18, Costa 9. All. Vaccaro.
Arbitri: Giuseppe Balducci (Valvasone) e Andrea Andretta (Udine).
Note. Uscita per cinque falli Palliotto al 40°; tiri liberi 7 su 11 per Muggia, 14 su 22 per NBA-Zena.