Quantcast

Assomusica, a una laureata genovese la Borsa di Studio “Franco Mamone”

Palazzo dell'università

Genova. Venerdì 28 febbraio, alle 10,30, nell’Aula magna della Scuola di Scienze Umanistiche, via Balbi 2, a Genova, verrà consegnato il premio “Borsa di Studio Franco Mamone”, promosso da Assomusica, Associazione organizzatori e produttori di spettacoli di musica dal vivo. Il premio è assegnato alle ricerche di studenti particolarmente meritevoli nel promuovere nuove e approfondite analisi relative allo spettacolo dal vivo.

La vincitrice di questa edizione – il premio consiste in una targa e in una “borsa” da 2.500 euro – è la neolaureata genovese Debora Fugazzi, autrice della tesi “La controcultura editoriale in Italia tra anni ’60 e anni ‘70″ per il corso di laurea magistrale in Informazione ed Editoria dell’Università di Genova.
Saranno presenti per l’Università di Genova, Mirella Pasini, coordinatrice del corso di laurea in Informazione ed Editoria, Lorenzo Coveri, professore di Italianistica, Mario Bottaro, docente di Teorie e Tecniche del linguaggio giornalistico e relatore della tesi.

Per Assomusica interverranno Vincenzo Spera, presidente nazionale dell’associazione, Fulvio De Rosa, Stefano Senardi e Renato Tortarolo, componenti del comitato scientifico costituito da specialisti nei vari ambiti, che svolge il ruolo di giuria del premio.

La borsa di studio è intitolata a Franco Mamome, uno dei più noti organizzatori musicali italiani, scomparso nel 1998 a soli 57 anni. Pioniere della produzione di grandi eventi e amico personale di artisti come Sting e Bruce Springsteen, Franco Mamone è stato un innovatore dello scenario culturale e musicale degli anni Settanta, e il più importante organizzatore di concerti in Italia e tra i più noti e apprezzati a livello internazionale.
Il premio sarà consegnato da sua figlia Gaia Mamome.