Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallavolo, Serie B2 femminile: Normac AVB sconfitta dopo una lunga battaglia, nessuna chance per il Casarza

Genova. L’ultima partita in casa del girone di andata per la Normac AVB si chiude con una sconfitta che lascia molto amaro in bocca. Si può dire che alla fine solo la strepitosa difesa espressa dal sestetto del Mokaor Vercelli abbia avuto la meglio sull´efficacia dell´attacco delle ragazze condotte dal coach Matteo Zanoni.

Locali con il sestetto titolare in campo; si parte con Francesca Montinaro in palleggio, Daria Agosto opposto, Marta Campi e Chiara Bortolotti centrali, Francesca Mangiapane e Giulia Bilamour martelli, Chiara Pesce libero. L’incontro sembra iniziare al meglio per le padrone di casa che si portano abbastanza agevolmente sull’8 a 3. Poi, piano piano, la partita si incanala su quello che sarà il leit motiv della gara: tanti attacchi della Normac AVB difesi dal Mokaor Vercelli che si aggrappa con le unghie alla partita. Il primo set si chiude 25-23 per le genovesi.

Secondo set molto più equilibrato e giocato praticamente punto a punto. La Mokaor rende la vita dura alle attaccanti di casa. Zanoni prova a rompere l´equilibrio con gli innesti di Elisa Fanelli, Simona Colucci e Silvia Truffa, ma alla fine le ospiti si aggiudicano il set per 24 a 26.

Forse un po’ di appagamento di Vercelli e un po’ più di determinazione delle ragazze di casa permettono alla Normac AVB di andare subito bene avanti nel terzo parziale, che si chiude 25-16 in tranquillità.

A questo punto alle genovesi manca forse un pizzico di determinazione e Vercelli ricomincia a macinare difese strepitose. L´equilibrio regna sovrano, ma ancora due eccezionali salvataggi di Paggi, l´ottimo libero della squadra piemontese, permettono alle ospiti con due buoni contrattacchi di chiudere il set, ancora una volta ai vantaggi: 23 a 25.

Situazione di perfetta parità e tie-break da giocare. Zanoni prova la carta Fanelli e le locali partono bene (5-2), ma ancora una volta Vercelli non si arrende e con grinta rimonta punto su punto. Cambio campo con le ospiti in vantaggio 8 a 7. A quel punto allungano fino al 12 a 8; le genovesi reagiscono ritornando sotto fino al 13-14, ma la Mokaor riesce a chiudere l’incontro con un ultimo attacco, dopo oltre 2 ore e 30 minuti.

La Normac AVB si mantiene quarta, ora a 3 lunghezze dalla zona playoff. Il VBC Casarza Ligure, invece, viaggia sempre al terzultimo posto, un piazzamento che condannerebbe alla retrocessione.

A Vigevano, nella palestra della Florens terza della classe, le levantine hanno incassato un 3 a 0 preventivabile alla luce del valore delle avversarie. Saranno altri gli incontri nei quali raccogliere punti salvezza.

Le ragazze condotte da Roberto Caruso hanno retto nel primo set, fino al 14 pari, poi le locali hanno preso il largo, imponendosi 25 a 16. Senza storia il secondo parziale, terminato 25-13. Nel terzo set il Vigevano ha sempre tenuto a distanza il Casarza, piegandolo con un 25 a 20.

Sabato 25 gennaio, alle ore 17,30, a Casarza Ligure arriverà il Cistellum Cislago, penultimo in classifica. Per il VBC è l’occasione per chiudere il girone di andata con una vittoria e rilanciarsi in classifica. Alle ore 21, invece, la Normac AVB sarà in campo a Trecate, contro la squadra che si trova sul fondo della graduatoria, ma da non sottovalutare.