Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallanuoto, la Rari Nantes Bogliasco centra lo storico traguardo: giocherà la final four di Coppa Italia

Bogliasco. Partiamo dalla fine perché è dove c’è la notizia. La Rari Nantes Bogliasco scrive un’altra pagina importante nella sua storia perché per la prima volta conquista la qualificazione alla final four: 28 febbraio e 1 marzo, luogo da definire, si giocherà il prestigioso trofeo con Pro Recco, Brescia e Posillipo.

Ed ora la cronaca. Vassallo piena, tanto pubblico a godersi lo spettacolo e sostenere la squadra di casa. Irriducibili presenti. Bambine e bambini del settore Aquagol ad accompagnare la “Rariazzurra”, gli omaggi di Chanteclair per il Como. Bogliasco che schiera un altro giovane, Fabiano, al posto di Vergano. Bogliasco in calottina blu.

Partiti. Foti porta in vantaggio il Como, bel movimento dal centro: 1-0. Camilleri in superiorità pareggia. A 3’28” Cesini espulso definitivamente per proteste. Poco dopo è il Como a raddoppiare con Ferraris. Il Bogliasco è determinato e va in gol in successione: prima Gavazzi, posizione due, tiro velocissimo al rimbalzo, poi Boero in superiorità.

Secondo tempo, si parte sul 3 a 2 per i liguri. Palla al Bogliasco. Comincia una serie di doppie espulsioni, gli arbitri vogliono tenere calma la partita. Uomo in più successivo per il Como, segna Hrosik: 3-3. Risponde Bruni, poi va a bersaglio Ferraris: 4-4. Rigore a favore del Bogliasco: Camilleri viene disturbato da un giocatore del Como, l’arbitro lo richiama, sulla battuta Caprani para. Alessandro Di Somma viene colpito al volto e viene espulso definitivamente per proteste. Chiude il tempo la rete di Marziali in superiorità.

Cambio vasca. Palla al Bogliasco. Guidaldi, gran botta da fuori, di quelle che portano il suo marchio, di quelle che fanno male: 4-6. Il Como replica con Ferraris, al tiro da posizione due. Poi Foti per il pareggio: 6-6. Si complica un po’ la vita la “Rariazzurra”: occasione con Camilleri in controfuga, ma è generoso, passa la palla ad un compagno e rinviene la difesa lariana. Poi Edoardo Di Somma, che nel frattempo ha ricevuto la convocazione dal c.t. Campagna per un collegiale ad Ostia primi di febbraio, conquista una palla spingendo forte sulle gambe, porta il contropiede e nonostante venga attaccato segna il 6-7. Ancora Guidaldi per il 6-8, poi Bruni in superiorità: 6-9, il Bogliasco se ne va. Espulsi Piccardo tecnico del Como per proteste e Jelaka per simulazione. Camilleri realizza il 6-10 a uomo in più. Timida risposta degli avversari con Gaffuri in superiorità per il -3.

Ultimo tempo. Ha chiuso Gaffuri e riapre per l’8-10 in superiorità. Edoardo Di Somma, contropiede, uno contro zero, 8-11. Emilio Pagani sigla il nuovo -2 comasco, poi esce definitivo per tre falli. Nel frattempo Vespa su Busilacchi e non è la sola, anzi, è solo una delle ultime belle parate del giovane estremo difensore biancoceleste. Camilleri in superiorità fa 9-12. Profumo di focaccia e di paste, come è tradizione quando un giovane debutta e segna, per il rigore trasformato da Fabiano. Chiude la rete di Hrosik, 10-13 e per il Bogliasco è final four.

Daniele Bettini, allenatore della Rari Nantes Bogliasco, dice: “Il primo passo verso quello che voglio dai ragazzi. Abbiamo giocato bene, con ritmo, contro un’ottima squadra allenata da un ottimo tecnico. Mi sono piaciute entrambe le formazioni che hanno dato vita ad una bella partita. Hanno un pressing forte e fatto bene, possono mettere in difficoltà qualsiasi squadra. Noi grintosi e cinici, nei momenti di difficoltà abbiamo tenuto, i ragazzi mi sono piaciuti. Questo è il Bogliasco che vorrei vedere sempre. Dal lunedì al sabato”.

Alessandro Di Somma, il capitano bogliaschino, dichiara: “Ho visto la determinazione e la voglia di vincere. Spesso ci è mancata, ora ci sta tornando, un altro Bogliasco”.

Stefano Piccardo, allenatore del Como, riassume il match: “Partita maschia forse interpretata da noi in maniera non corretta, ci assumiamo le nostre colpe: meglio non dire altro. Per noi in questo fine settimana hanno funzionato l’approccio alle partite e la difesa, anche se abbiamo preso tanti gol stiamo migliorando”.

Il tabellino:
Como – Rari Nantes Bogliasco 10-13
(Parziali: 2-3, 2-2, 3-5, 3-3)
Como: Caprani, Foti 2, Pellegatta, F. Pagani, Busilacchi, Ferraris 3, Hrosik 2, Jelaka, Gragnani, E. Pagani 1, Gaffuri 2, Cesini, Morbidelli. All. Piccardo.
Rari Nantes Bogliasco: Dinu, Marziali 1, A. Di Somma, Fabiano 1, E. Di Somma 2, Guidaldi 2, Camilleri 3, Boero 1, Barillari, Lanzoni, Gavazzi 1, Bruni 2, Vespa. All. Bettini.
Arbitri: Caputi e Paoletti.
Note. Espulsi per proteste Cesini nel primo tempo e A. Di Somma nel secondo tempo, per simulazione Jelaka nel terzo tempo e per proteste Piccardo nel quarto tempo. Usciti per limite di falli E. Pagani e Foti nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Como 4 su 14, Bogliasco 7 su 19 più 2 rigori di cui 1 segnato.