Pallanuoto, Coppa Italia a Bogliasco: padroni di casa battuti dalla Pro Recco, oggi la sfida decisiva con Como - Genova 24
Sport

Pallanuoto, Coppa Italia a Bogliasco: padroni di casa battuti dalla Pro Recco, oggi la sfida decisiva con Como

sport

Bogliasco. Nel secondo turno del girone di semifinale della Coppa Italia vincono, come da pronostico, Acquachiara e Pro Recco. Il passaggio del turno al fianco dei recchelini, quindi, si deciderà oggi pomeriggio con la sfida tra Bogliasco e Como, con un occhio, in caso di sconfitta dei biancoazzurri, alla differenza reti.

Il derby ligure è stato vinto dai campioni in carica con 7 reti di scarto. Si parte con la rete di Figlioli. Palla a Marziali, dal centro, si gira, il movimento è perfetto, rigore: trasforma Camilleri. Jokovic raddoppia: 1-2. Ancora parità con il gol in controtempo di Edoardo Di Somma. Chiude le segnature della prima frazione Giacoppo con una perfida colomba.

Secondo tempo. Riapre i giochi la Pro Recco con Giorgetti, da quattro, sotto le braccia di Vespa: 2-4. Camilleri, gran botta da fuori, fa 3-4. Ancora Giacoppo, tocco al volo e 3-5. Rigore per i detentori della Coppa Italia, Jokovic trasforma per il +3. La rovesciata di Aicardi incrementa ulteriormente il distacco. Tre azioni sfortunate per il Bogliasco, con pali e traverse: l’ultima la colpisce Guidaldi con un alzo e tiro. Figlioli segna il 3-8, poi ancora il nazionale, uno contro zero, ma Vespa chiude la saracinesca.

Cambio campo. Rari Nantes in superiorità, il mancino Bianchi, giovanissimo, deve compiere 16 anni, è al debutto, serve Boero che trasforma: 4-8. Jokovic ristabilisce le distanze. Doppietta del Bogliasco, prima Bruni a uomo in più, poi la rovesciata di Boero. La partita si riaccende. Il gol di Lapenna, con il Recco che conquista palla per un contro fallo al centro, porta lo score sul 6 a 10. Ivovic, uno contro zero, su passaggio di Figari, fa 6-11. Poi il Bogliasco ruba palla, Giorgetti nel marcare alza entrambe le braccia, non si può fare: segna Lanzoni. Superiorità per i padroni di casa, situazione non gestita al meglio e Figari recupera la sfera. Si chiude la frazione con la doppietta di Aicardi, prima rete a uomini pari, seconda a uomo in più: 7 a 13 e match chiuso.

L’ultimo tempo comincia con due traverse, una per parte. Marziali da tre incrocio, 8-13. Sulla superiorità successiva ancora un legno. Pro Recco a uomo in più, doppia parata di Vespa. Poi due reti consecutive, di Figlioli e Fiorentini, quest’ultima in contropiede. Controfallo fischiato al Recco, espulsione, trasforma Gavazzi per il -6. Boero definitivo, Giorgetti a uomo in più sigla il 9 a 16. Ancora Giacoppo, in superiorità, segna la tripletta personale, come Jokovic e Figlioli. L’ultimo gol arriva ad un secondo dal termine, espulsione per il Bogliasco, rete di Alessandro Di Somma. Pro Recco qualificata alla final four, Bogliasco che se la giocherà questo pomeriggio contro il Como.

Daniele Bettini, allenatore della Rari Nantes Bogliasco, dichiara: “Abbiamo fatto un buon gioco, tenuto un ritmo alto, giocato una buona partita. Peccato però perché in un paio di occasioni dovevamo essere un po’ più ludici, più tranquilli, cercare di rallentare il ritmo: se fai giocare il Recco in campo aperto sono troppo superiori e ti schiacciano. Abbiamo comunque giocato una bella partita: sia in attacco sia in difesa i nostri schemi hanno funzionato, significa che siamo sulla strada giusta per ricominciare a lavorare per bene. Noi continuiamo la politica di crescita del settore giovanile, abbiamo uno dei settori più forti d’Italia, da qui possiamo attingere a piene mani. Stamane Bianchi, oggi la possibilità per un altro di debuttare. Cerchiamo sempre un miglioramento. Oggi giochiamo per passare il turno, non guardiamo niente, giochiamo per vincere e basta”.

Pino Porzio, allenatore Pro Recco, la vede così: “E’ stata un partita impegnativa ma per questo molto utile per noi. Soprattutto in attacco il Bogliasco avendo tanti giovani fa un gioco di grande movimento, noi abbiamo subito troppi gol ma questo ci ha permesso poi di concretizzare in controfuga, azioni uno contro zero. Qualche disattenzione di troppo nella fase difensiva ma è stata una partita piacevole. Per noi era importante passare il turno ma soprattutto giocare queste partite cercando miglioramenti tecnici e tattici in previsione non solo della final four di Coppa Italia ma soprattutto per gli impegni di Coppa e della fase finale del campionato”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – Pro Recco 10-17
(Parziali: 2-3, 1-5, 4-5, 3-4)
Rari Nantes Bogliasco: Dinu, Marziali 1, A. Di Somma 1, Bianchi, E. Di Somma 1, Guidaldi, Camilleri 2, Boero 2, Barillari, Lanzoni 1, Gavazzi 1, Bruni 1, Vespa. All. Bettini.
Pro Recco: Viola, F. Lapenna 1, Jokovic 3, Figlioli 3, Giorgetti 2, Fondelli, Giacoppo 3, Aicardi 3, Figari, D. Fiorentini 1, Ivovic 1, N. Gitto, Pastorino. All. Porzio.
Arbitri: Ercoli e Paoletti.
Note. Superiorità numeriche: 5 su 10 più 1 rigore segnato per il Bogliasco, 3 su 6 più 1 rigore segnato per la Pro Recco. Usciti per tre falli Boero e Figlioli nel quarto tempo.

Nell’altro incontro l’Acquachiara, priva di Sadovyy per un attacco influenzale, ha condotto dall’inizio alla fine. Il tabellino:
Como Nuoto – Carpisa Yamamay Acquachiara 6-9
(Parziali: 1-3, 2-4, 3-1, 0-1)
Como Nuoto: Caprani, Foti 2, Susak, F. Pagani 1, Busilacchi, Ferraris, Hrosik 3, Jelaca, Gragnani, E. Pagani, Gaffuri, Cesini, Morbidelli. All. Piccardo.
Carpisa Yamamay Acquachiara: Kacic, Perez 2, Mattiello, Postiglione, Scotti Galletta 1, Petkovic 2, Gambacorta 1, Ferrone 1, Saviano, Draskovic 1, Di Costanzo 1, Lamoglia. All. De Crescenzo.
Arbitri: Caputi e Petronilli.
Note. Superiorità numeriche: 2 su 7 per il Como, 6 su 7 più 1 rigore segnato per l’Acquachiara.