Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maltempo, da Roma arrivano le prime risposte per la Liguria

Più informazioni su

Roma. Concluso dopo circa un’ora l’incontro a Roma tra la delegazione ligure (guidata dal governatore Burlando assieme agli assessori Vesco e Paita) e i ministri dell’Ambiente Orlando e delle infrastrutture Lupi sulla delicata situazione della Liguria, flagellata dal maltempo.

Venerdì mattina il ministro Lupi relazionerà il Governo e verrà presa la decisione finale sulla concessione dello stato di emergenza in seguito agli avvenimenti legati alla “tempesta di Natale” e a quelli dello scorso week end, che hanno colpito a macchia di leopardo tutta la Liguria.

A sorpresa ha partecipato all’incontro anche il numero uno di Ferrovie dello Stato Mauro Moretti, assieme all’amministratore delegato di RFI Elia e ai vertici di Anas.

La prima buona notizia è arrivata per la via Aurelia ad Andora, interrotta dalla notte del 17 gennaio: i lavori dureranno meno delle due settimane previste inizialmente, l’arteria che collega l’estremo ponente savonese con Andora e la provincia di Imperia potrebbe quindi essere riaperta prima del previsto.
Ma la notizia più importante riguarda i lavori per il ripristino della tratta ferroviaria tra Andora e Cervo, interrotta dalla frana di venerdì scorso e dalla quale sono usciti miracolosamente illesi tutti i passeggeri. La complessa operazione di recupero del locomotore e dei vagoni, che avverrà solo dopo che la parete sarà stata messa in sicurezza, dovrebbe durare 8 settimane, il costo di tutta l’operazione sarà superiore a 2 milioni di euro. Sarà una riapertura parziale in modo da garantire a una parte del traffico ferroviario di riprendere regolarmente, una seconda tranche di lavori sarà messa in atto per ripristinare totalmente la linea.

I servizi sostitutivi saranno garantiti da 25 autobus granturismo che garantiranno la copertura delle tratte soppresse, i dettagli verranno discussi il 24 gennaio ad Andora da Trenitalia e istituzioni (leggi).
Il ministro Lupi ha anche dato parere positivo alla richiesta della Provincia di Savona per attivare la riduzione del pedaggio in A10 tra i caselli di Andora e Albenga.
Non ci sono, però, solo buone notizie. Per quanto riguarda il completamento della tratta Andora-San Lorenzo, RFI ha riferito che saranno necessari ancora 2 anni per la messa in esercizio della tratta; non si parla però di due anni da oggi, ma dal momento in cui il CTU nominato dal tribunale di Imperia consegnerà le aree. Mentre per il completamento del raddoppio tra Andora e Finale non esiste ancora una tempistica: la situazione è stata anzi definita in “alto mare”.