Genova, i tre baby usurai non rispondono al gip: indagini in corso per individuare la fonte dei soldi - Genova 24
Cronaca

Genova, i tre baby usurai non rispondono al gip: indagini in corso per individuare la fonte dei soldi

indagine maxeuro, gang baby usurai

Genova. Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere Sedki Akkari, Massimiliano e Matteo Moggia, i tre baby usurai arrestati venerdì con l’accusa di avere prestato soldi a strozzo a un artigiano genovese.

I tre sono stati interrogati dal gip Carla Pastorini ma non hanno risposto alle domande. Secondo l’accusa, sostenuta dal pm Vittorio Ranieri Miniati, i tre avrebbero spillato quasi 30 mila euro all’artigiano, vittima del gioco d’azzardo.

Intanto i carabinieri, che hanno arrestato i tre, cercano di capire la fonte dei soldi che prestavano. Tra le ipotesi investigative quella dello spaccio di droga o la possibilità che dietro il terzetto ci siano altre persone.

Più informazioni
leggi anche
Soldi assegni
In manette
Tassi di interesse fino al 200% e minacce a imprenditori e pensionati: usurai arrestati a Genova