Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Genoa non c’è, a Bologna fa tutto Diamanti: Grifone sconfitto 1-0

Più informazioni su

Bologna. Forse il peggior Genoa della gestione Gasperini. Contro un Bologna all’ultima spiaggia il Grifone gioca senza mordere, difende lo 0-0, ma viene punito da un gran tiro di Diamanti. Il colpo d’ali, almeno nel finale, non arriva.

Bologna che schiera con un 3-4-1-2 Curci; Garics, Natali, Mantovani; Kone, Perez, Krhin, Morleo; Diamanti; Moscardelli, Cristaldo. Il Genoa risponde con un 3-5-2 con Perin; Antonini, Gamberini, Manfredini; Vrsaliko, Biondini, Matuzalem, Bertolacci, Antonelli; Konate, Gilardino.

Partita corretta, Bologna costretto a vincere e all’arrembaggio, Genoa che sceglie di aspettare difendendo e cercando di ripartire. Ne esce una partita per lunghi tratti noiosa, con emozioni che arrivano col contagocce. Sugli scudi soprattutto Diamanti che prova a far male al Genoa: il fortino degli ospiti, però, regge.

Perin si segnala per due prese a terra, al resto pensano i difensori (soprattutto Gamberini) e l’imprecisione. Nel Genoa il solito Gilardino, lasciato troppo solo, cerca invano spazi, mentre il più pericoloso è Vrsaliko che con un cross in area per Konate quasi provoca un autogol. Il primo tempo finisce senza sussulti.

Le emozioni arrivano nei secondi 45′. Al 3′ arriva un cross dalla destra di Bertolacci, Manfredini va di testa, ma il pallone sorvola di pochissimo la traversa del Bologna.

L’atteggiamento estremamente prudente del Genoa viene però punito dopo appena 13 minuti: minuto 57 il solito Diamanti sfodera un gran tiro da fuori che si insacca nell’angolino della porta genoana. Per Perin nulla da fare.

Due minuti prima era intervenuto Gasperini sostituendo Bertolacci con Kofie. La reazione del Genoa praticamente non c’è, il Bologna prova a legittimare il vantaggio e fiora addirittura il gol: tiro di Moscardelli, parata di Perin che alza sopra la traversa.

Intanto il Genoa ha sostituito Vrsaliko con Fetfatzidis: abbbastanza buono l’apporto del greco, ma ancora non basta. L’ulteriore tegola arriva con il minuto 76: Gilardino si infortuna ad una spalla ed è costretto ad uscire. Viene sostituito da Calaiò. I 4 minuti di recupero non servono a nulla: Genoa che pressa, ma senza crederci troppo.