Quantcast

Genoa, Portanova: “Cagliari sfida difficile, ma sono al massimo”. Lodi verso il Galatasaray?

daniele portanova

Genova. “Fisicamente mi sento bene, mentalmente sono al massimo. Diciamo che ho una soglia del dolore piuttosto alta, credo che sia così. I piccoli problemi non mi fermano”. Daniele Portanova si prepara, come tutto il Genoa, alla sfida del Sant’Elia. Partita non facile, ma in casa rossoblu domina l’ottimismo.

“In queste ultime gare, a livello difensivo, ha inciso il rendimento di Perin. Considero il prossimo – continua Portanova – uno degli incontri più difficili, il Cagliari una delle squadre più complete della serie A. Ci sono giovani bravi, giocatori esperti, dei nazionali, elementi veloci o dotati di forza. Al Sant’Elia in passato ho giocato diverse volte. In un periodo complicato per la crisi che attanaglia il paese, sono orgoglioso di essere italiano per la solidarietà che, come popolo, sappiamo esprimere in determinate circostanze. Ciò che è avvenuto in Sardegna ha colpito tutti. Forza Sardegna”.

“Come gruppo siamo contenti della stabilità acquisita, del periodo che stiamo vivendo, dell’ambiente che si è creato, dei risultati che stiamo conquistando. E lo siamo principalmente per i nostri tifosi, per ricambiare le dimostrazioni di affetto. E per il presidente Preziosi che è il primo tifoso del Genoa. Ha sempre fatto investimenti importanti. Lo sentiamo vicino e saperlo sereno è motivo di soddisfazione”.

Cagliari potrebbe essere l’ultima possibilità in rossoblù di Francesco Lodi. Complice la squalifica di Matuzalem, potrebbe essere schierato a centrocampo fin dal primo minuto. Una prova d’appello per un giocatore che non ha convinto. Su di lui, comunque, non si fermano le voci di mercato: piace molto al Torino, ma l’ultimo interessamento è quello del Galatasaray, con Mancini suo grande estimatore.