Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Emilio Cervini (Chiavari nel Cuore) chiede le dimissioni del vicesindaco

Chiavari. Durante l’ultimo Consiglio Comunale di lunedì 16 dicembre sono state discusse, fra le altre, anche due interpellanze da me presentate al Signor Sindaco nell’ormai lontano mese di agosto e precisamente riguardanti la prima realizzazione del parcheggio posto alle spalle dello Stadio Comunale, mentre con la seconda interpellanza si sollecitava la riapertura al pubblico della parte bassa di Parco Rocca, quella con ingresso da Salita Gianelli attualmente chiusa.

Le risposte date dal Vice Sindaco, nonché Assessore ai Lavori Pubblici, allo Sport e ai Parchi e Giardini sono state – a dir poco – allucinanti!

Infatti per quanto attiene il parcheggio il Consiglio ha appreso che tutto è fermo perché il proprietario del terreno non ha ancora sottoscritto la convenzione. Eppure, in questi mesi, l’Amministrazione – in particolare il Vice Sindaco Garibaldi – aveva ribadito continuamente sia a mezzo stampa che in Consiglio Comunale la prosecuzione positiva della pratica stessa, tanto da dichiarare pubblicamente: “E’ presumibile che ad ottobre si possa assegnare l’opera e che entro fine anno il parcheggio sarà a disposizione sia, alla domenica, dei tifosi, sia di tutti gli altri frequentatori del quartiere”.

Alla fine dell’anno mancano ormai solo pochi giorni, ma alle spalle della Gradinata nord del nostro stadio continua a fare bella mostra di sé un’area abbandonata, inutilizzata e in attesa…di ospitare circa 250 auto parcheggiate.

Anche per quanto riguarda la riapertura al pubblico della parte bassa del Parco Rocca, quella che si affaccia su Piazza Verdi, la risposta del Vice Sindaco Signor Garibaldi è stata disarmante.

Infatti abbiamo appreso che l’unica iniziativa intrapresa dall’Amministrazione è stata quella di interpellare a voce ed occasionalmente “la sovrintendenza (?)” che avrebbe manifestato delle perplessità. Ma tutto ciò in assenza di qualunque progetto presentato formalmente e senza alcuna risposta ufficiale e per iscritto.

Comunque, nel frattempo, non si potrebbe riaprire il parco, tenendolo pulito, ordinato e “sotto controllo”?

L’incapacità e l’inaffidabilità del Vice Sindaco Signor Garibaldi sono emerse inoltre anche nella discussione sulla pratica cosiddetta “Ex convento delle Clarisse”. Infatti la mancanza di un progetto seppur preliminare e del relativo piano finanziario della realizzazione della Nuova Scuola Media presso il Plesso Mazzini, può essere ricondotto innanzitutto all’Assessore ai Lavori Pubblici. Anche perché è stato il primo rappresentante dell’Amministrazione “a parlare” di quest’opera sia in Consiglio che alla stampa.

Ancora una volta però…il nulla! Solo parole, promesse non mantenute, responsabilità sempre scaricate su altri!

E’ per questo che invitiamo il Signor Sindaco Levaggi a prendere in considerazione nel nuovo ed ennesimo rimpasto della sua Giunta (il 3° in un anno e mezzo!) che si sta accingendo ad operare, di dare nuovi incarichi al Vice Sindaco magari più consoni alle sue capacità e competenze, se non addirittura – cosa che noi auspichiamo – di procedere alla sua sostituzione.

Emilio Cervini, capogruppo Consiliare “Chiavari nel Cuore”