Quantcast
Cronaca

Autotrasporto, da domenica stop ai tir. Longo: “Unica possibilità: Governo ci convochi”

Quello che scatterà alla mezzanotte di domenica prossima è un fermo nazionale dell’autotrasporto italiano, programmato dal 9 al 13 dicembre prossimi.

“I conseguenti danni che ne deriveranno all’economia del paese – ha dichiarato Maurizio Longo, Segretario Generale di Trasportounito – con tutti i risvolti sociali conseguenti, sono da attribuirsi esclusivamente alla politica miope e incapace di affrontare concretamente i problemi che sono alla base dell’economia reale”.

Al Governo- prosegue Longo – abbiamo chiesto semplicemente un sistema di regole chiare, concrete e applicabili oltre ad interventi urgenti per la Sicilia e la Sardegna. In cambio avremmo anche dato la nostra disponibilità a rinunciare ai 330 milioni di euro che il Governo ha assegnato alla categoria. Purtroppo – precisa Longo – il Governo ha sostenuto la tesi di coloro che hanno chiesto soldi e poteri (all’Albo degli Autotrasportatori) e quindi, ha assunto una decisione totalmente diversa dal buon senso, dagli obiettivi di risparmio della spesa pubblica e dalla richiesta di chi rappresenta realmente la categoria.”

“Esiste una sola possibilità – ha dichiarato poi Longo – per evitare che da lunedì il Paese sia travolto da un choc sociale senza precedenti: il Governo ci convochi e definisca subito gli strumenti attuativi delle norme che abbiamo proposto per salvaguardare le imprese italiane di autotrasporto”.

“In caso contrario – ha aggiunto Longo – prenderemo  atto che un Governo, dalla dubbia legittimità, che usa la forza anziché la ragione, non lascia altra alternativa possibile se non quella di essere affrontato in piazza”.