Cronaca

Albaro, sacchetti in bocca per non farlo urlare durante la rapina: badante condannata

Albaro. Aveva immobilizzato l’anziano settantenne di cui si prendeva cura e gli aveva infilato in bocca dei sacchetti di plastica per rapinarlo. Una drammatica rapina avvenuta nel quartiere residenziale di Albaro per cui una badante sudamericana di 27 anni è finita nei guai.

E’ stata condannata con il rito abbreviato a 3 anni e 8 mesi di reclusione. L’episodio era avvenuto lo scorso 30 giugno. L’anziano, soccorso da alcuni vicini era stato ricoverato in stato di shock al pronto soccorso dell’ospedale San Martino.

Le indagini della squadra mobile coordinate dal pm Federico Manotti
avevano permesso di risalire alla badante che nell’occasione aveva agito con una complice ancora da identificare. La sudamericana era stata arrestata per rapina aggravata e lesioni aggravate. Nel corso del colpo era emerso che la stessa aveva sottratto all’anziano 30 euro, due carnet di assegni e un telefono cellulare.