Quantcast
Cronaca

Uscio: vende auto su internet, prende l’anticipo e sparisce. Quattro consigli per non venire truffati

truffa online chiavari vendita macchine

Uscio. L’ultimo episodio si è concluso con la denuncia a carico di un 39enne. Se la cronaca può insegnare qualcosa è che su internet non tutto è come appare. Lo ha imparato a sue spese un impiegato di Uscio. Nello scorso mese di agosto l’uomo aveva risposto ad un annuncio pubblicato su un noto sito. Il prezzo era allettante, la descrizione completa e corredata di foto: comprare quella macchina usata sembrava un affare.

Tutto bene, se non fosse che il venditore, dopo aver ricevuto un anticipo di 500 euro, scompare nel nulla. La conclusione, fortunatamente a lieto fine, è arrivata appunto a distanza di mesi negli scorsi giorni con la denuncia del 39enne.

Un episodio significativo di come basti un attimo per cadere in una trappola. Le truffe via internet sono infatti molto diffuse e spesso si basano sulla buona fede delle persone che, allettate da sconti elevati, non sempre seguono poche semplici norme di sicurezza. Il “vademecum”, elaborato dai Carabinieri, ricorda in particolare:

– di raccogliere tutti i dati per essere sicuri della reale identità del venditore. Verificate se il venditore è italiano: anche se il server è collocato in Italia, raggiungibile con un indirizzo “.it”, controllate che anche la sede del venditore sia in Italia. Verificate l’esistenza della certificazione cioè di un attestato che comprovi la corrispondenza tra un dato sito e una persona fisica o giuridica. Nei browser è presente una finestra detta “security” che contiene una apposita voce “visiona certificati”.

-Non utilizzate carte di credito in Rete in maniera indiscriminata, ma pagate possibilmente con carte pre-pagate cercando di conservare l’anonimato, a meno che i siti non presentino un sistema di protezione della trasmissione dei dati SSL (Socket Secure Lock) 128 bit (attualmente il più evoluto). Per verificare la presenza di SSL bisogna controllare che sulla parte bassa dello schermo compaia il disegno di un lucchetto chiuso; se la transazione non è sicura il lucchetto sarà aperto (con il browser Netscape), oppure non comparirà alcun lucchetto (con Explorer). Esistono anche altri sistemi come il Telepay, offerto dalle banche italiane per effettuare transazioni sicure oppure il SET (Secure Electronic Transaction) per la trasmissione dei dati in tutta sicurezza.

-Non fornite i vostri dati personali se non siete sicuri riguardo alle motivazioni d’uso e non avete garanzie sufficienti sulle modalità di protezione degli stessi da accessi indesiderati e non autorizzati. Controllate che ci siano garanzie per il trattamento dei dati personali.

-Conservate con cura una copia di tutti gli ordini fatti e dei documenti relativi (e-mail scambiate con il venditore, informazioni sulle condizioni di vendita, etc.), nonché, in modo particolarmente sicuro, le password e i codici, soprattutto quelli per accedere ai servizi Internet di natura finanziaria. E’ consigliabile utilizzare password lunghe ed incomprensibili ed avere password differenti per diversi servizi, non consentendo al sito di salvare la parola-chiave automaticamente per non doverla digitare nuovamente.