Quantcast

Un sorriso per chi ha pianto molto. Da Raco ai Soggetti smarriti, fino a Irene Fornaciari per ricordare Molo Giano

Genova. Zelig per le vittime di Molo Giano. Una risata per ricordare una evento tragico. L’appuntamento è per il 4 dicembre sul palcoscenico del Teatro Carlo Felice con lo spettacolo di beneficenza “Insieme, per non dimenticare”.

Un evento che la Capitaneria di porto di Genova, con il Corpo Piloti del Porto e la Società Rimorchiatori Riuniti, hanno organizzato in occasione della ricorrenza della Festa di Santa Barbara, Patrona dei marinai, degli artiglieri, degli artificieri, dei minatori e dei vigili del fuoco, anche grazie alla collaborazione fornita dal Teatro Carlo Felice, dal Comando Vigili del Fuoco di Genova, oltre che dall’Amministrazione comunale e dall’Autorità portuale.

Nel titolo, appositamente scelto, è racchiuso il vero significato dell’evento, nel quale il cabaret e la musica, le Istituzioni e le famiglie, la città e il porto sono accanto alle vittime ed ai feriti del crollo della Torre VTS/Piloti, ma anche e, soprattutto, per ricordare le grandi attestazioni di vicinanza e solidarietà manifestate dalle Istituzioni e dalla cittadinanza genovese e ligure, verso le quali le famiglie stesse, la Capitaneria, i Piloti ed i Rimorchiatori intendono così esprimere tutta la loro sincera gratitudine.

“Questo spettacolo – spiega Daniele Raco – nasce perché il capo Tarallo è sia parte della Guardia Costiera, sia uno dei comici di Zelig Club Genova. E’ l’anello di congiunzione: molti dei ragazzi morti lavoravano con lui. Ci siamo sentiti allora coinvolti in prima persona e abbiamo pensato di fare questo spettacolo per cercare di portare un sorriso dove si è pianto molto. Faremo ridere senza offendere la memoria di nessuno, però ci ricorderemo anche di questa ferita aperta per Genova”.

“Erano tutti miei colleghi – spiega proprio Mario Tarallo -. Dal 7 maggio, sera in cui dovevo tra l’altro esibirmi in uno spettacolo, non sono più salito su un palco fino a metà settembre. Non avevo lo spirito giusto per affrontare il pubblico. Il pensiero va a tanti colleghi che non ci sono più”.

Serena Garitta, Daniele Raco, I Soggetti Smarriti, Antonio Ornano, I Beoni, Paci e Bottesini, Stefano Lasagna, sono solo alcuni degli artisti di Zelig che, insieme a Irene Fornaciari, accompagnata per l’occasione da Roberto Tiranti e dal chitarrista e produttore Max Marcolini, daranno vita alla serata. L’ingresso è libero ed aperto a tutta la cittadinanza che vorrà parteciparvi. All’interno del teatro sarà possibile depositare delle offerte che saranno poi devolute alle famiglie delle vittime ed ai feriti.

Più informazioni