Quantcast
Cronaca

Sciopero selvaggio Amt e partecipate, fumata nera in Prefettura: “La protesta continua, domani niente bus”

Genova. Nessun accordo. Il vertice in Prefettura tra i sindacati delle partecipate, il Comune e l’azienda è finito con una fumata nera. “Domani non si esce”, gridano i lavoratori Amt fuori dal palazzo.

“Tutte le organizzazioni sindacali sono uscite perché non ci sono le condizioni per siglare alcun accordo, continuano a non mantenere i patti”, hanno detto i sindacalisti appena terminato l’incontro. “E’ un nulla di fatto, la protesta continua”. “L’azienda deve essere salvata – hanno aggiunto – e non si può continuare con questo spasmo infinito perché la gente impazzisce. Il sindaco ha detto che c’é bisogno di una valutazione per la patrimonializzazione, ma andava fatta prima”.

Il corteo dei lavoratori che stava bloccando Corvetto si è diritta a Tursi. Alle 21 inizierà l’assemblea in Aula Rossa per decidere cosa succederà domani. I lavoratori sono intenzionati a continuare lo sciopero selvaggio a oltranza.

Il presidente del consiglio comunale Giorgio Guerello, constatata l’impossibilità di svolgere correttamente i lavori dell’assemblea – nell’esercizio delle sue funzioni e dopo aver consultato la conferenza dei capigruppo – ha deciso di sospendere la seduta di consiglio, per riprenderla quando verrà ripristinata una situazione consona all’ordinamento democratico. Per questo motivo il presidente ha inoltre stabilito di annullare le sedute delle commissioni consiliari previste per domani, mercoledì 20 novembre.