Quantcast

Sampdoria: a giugno rivoluzione in società? Krsticic: “Eravamo confusi, Mihajlovic ci ha portato grinta”

Rinaldo Sagramola

Genova. Sampdoria che continua la preparazione in vista della trasferta di Milano contro l’Inter. C’è da risollevarsi immediatamente, ma anche da pensare al futuro. Colpiscono allora le dichiarazioni di Nenad Krsticic che elogia il neo allenatore Mihajlovic: “E’ stato in grado di trasmetterci subito la sua grinta. Prima eravamo una squadra confusa, per colpa anche dei tanti cambi di modulo. Il rosso con la Lazio? Sono dispiaciuto e chiedo scusa a tutti. Sono andato oltre”.

Che sia il segno di un mutato clima in casa blucerchiata e di una rinnovata fiducia nelle proprie possibilità? Tra pochi giorni lo sapremo. Quel che più conta, però, è che la Samp si guarda attorno, sia sul fronte del mercato, sia su quello organizzativo.

Yassine Mohamed è il nome nuovo. Terzino, classe 1996, di proprietà dei belgi del Mouscron, il giocatore franco marocchino ha attirato su di se gli sguardi e gli interessi di molti, tra cui anche la Sampdoria. E’ una promessa, a gennaio serviranno acquisti ben diversi, ma può rappresentare un punto di partenza.

A giugno intanto potrebbe cambiare l’assetto societario della Sampdoria. A Corte Lambruschini si pensa ad un possibile addio di Rinaldo Sagramola e Carlo Osti: in pole per sostituirli Stefano Antonelli del Siena e Pantaleo Corvino.