Quantcast
Sport

Pallanuoto, nell’anticipo la Pro Recco vince in scioltezza (12 a 7) contro una buona Carisa Savonarisultati

Figlioli

Genova. Vittoria in scioltezza per la Pro Recco di Aicardi e Tempesti.

Alla “Zanelli” contro una Carisa Savona giovane e desiderosa di crescere, il divario tra le due squadre erano troppo ampio per impensierire i genovesi.

Finisce con la vittoria 12 a 7 per i campioni d’Italia.

La partita si mette subito in discesa per la Pro Recco che, in pochi minuti, mette a segno un parziale di 3 – 0.  Aicardi, uno dei tanti ex della partita, e Madaras fanno il vuoto per gli uomini di mister Tempestini.

I biancorossi savonesi, però, sembrano non scomporsi e provano a giocare una buona pallanuoto riuscendo ad accorciare le distanze grazie alla trasformazione del penalty di Elez e ad un gran tiro da fuori di Lorenzo Bianco.

I ragazzi di Angelini potrebbero addirittura pareggiare ma si imbattono nel solito, grande Tempesti che blinda la sua parte. Prima del fischio finale, ancora l’ex Aicardi fissa il risultato sul 2 – 4.

La ripresa è un dominio dei campioni d’Italia che alzano il “livello” e tracciano un solco notevole con la Carisa.

La Pro Recco chiude la frazione con un pokerissimo di reti che tramortisce Damonte e soci rimasti a secco per tutti gli otto minuti di gioco. Per la Pro Recco, le marcature portano la firma di Giacoppo (3), Figari e Fondelli.

La partita, al giro di boa, è già decisa per i recchellini e per la Carisa si apre qualche spiraglio in più davanti alla porta di Tempesti.

È Goran Fiorentini a mettere fine al blackout sottoporta dei savonesi segnando la rete de momentaneo 3 – 9.

Le squadre si allungano e le ripartenze, soprattutto, da parte dei campioni d’Italia aumentano notevolmente. La frazione si chiude, comunque, con un parziale positivo per i savonesi grazie alle reti di Giovanni Bianco e Arnaldo Deserti; di Figlioli l’unica segnatura ospite della frazione.

Negli ultimi otto minuti ancora un rigore di Elez, Figlioli (2) e un gran gol di Alesiani chiudono il match sul risultato di 7 – 12.

A risultato raggiunto gli animi, inspiegabilmente si scaldano con Aicardi e Gitto espulsi per colpi inferti agli avversari.

Con questa vittoria, la Pro Recco aggancia, momentaneamente, Brescia al vertice della classifica; per la Carisa una sconfitta, prevista e preventivabile, che potrebbe consentire alle napoletane di scavalcare la Rari in graduatoria.

Carisa Rari Nantes Savona – Pro Recco: 7 – 12 (2 – 4; 0 – 5; 3 – 1;  2 – 2)

Carisa Rari Nantes Savona: Antona , Alesiani 1, Damonte , Colombo , Bianco 1, Agostini , Fiorentini Jovanovic 1, Fulcheris , Bianco 1, Elez 2 (2 rig.), Mistrangelo, Deserti 1, Napleton. All. Angelini

Pro Recco: Tempesti , Aicardi 2, Madaras 3, Figlioli 3, Giorgetti , Felugo , Giacoppo 2, Fondelli 1, Figari 1, Fiorentini Jovanovic , Ivovic , Gitto, Pastorino. All. Tempestini

Arbitri: L. Bianco e Colombo

Note. Parziali: 2-4 0-5 3-1 2-2 A 1’10” dalla fine Gitto (R) è stato espulso per brutalità. Superiorità numeriche: Savona 3/9 + 2 rigori e Recco 6/12. Spettatori 600 circa.