Quantcast
Cronaca

“Mi ha aggredito”. Sestri Ponente, prostituta calunnia cliente per ricattarlo: denunciata

Prostituzione stradale

Sestri Ponente. Lo ha denunciato alla Polizia dicendo che l’aveva aggredita afferrandola per la gola e ferendola con un coltello alle braccia e alle gambe. E’ accaduto lo scorso 4 ottobre, ma la vicenda è completamente falsa. Nei guai, denunciata a sua volta per calunnia, è quindi finita una prostituta 23enne.

Ad indagare sulla vicenda gli uomini del Commissariato Sestri Ponente che hanno rintracciato il presunto aggressore, un 40enne residente nella delegazione e cliente abituale della donna, il quale ha confermato di conoscerla, ma ha negato il resto. Particolare interessante, ha anzi riferito di averle donato importanti somme di denaro per convincerla ad abbandonare la sua attività.

Il giorno successivo l’uomo ha contattato i poliziotti, riferendo di essere stato chiamato dalla ragazza che gli ha chiesto nuovamente del denaro, minacciando che altrimenti sarebbe tornata a prostituirsi. Gli agenti hanno allora accertato che la donna, per poter condurre una vita agiata, si circondava di uomini facoltosi. Dopo aver raccontato loro di essere costretta a prostituirsi, minacciava di continuare a esercitare la propria attività in mancanza di elargizioni economiche. Su tutte spicca la storia di un secondo uomo, un 39enne, che ha ammesso di aver donato circa 10.000 euro.

Per l’aggressione alla donna è invece stato denunciato un 31enne genovese che sarebbe il vero autore dell’episodio.