Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Meteo, domenica di burrasca: raffiche fino a 80 Km/h, “attenzione” per mareggiate, temporali e possibili trombe d’aria previsioni

Più informazioni su

Genova. Sarà soprattutto il vento a farla da padrone nelle prossime ore sulla provincia di Genova e su buona parte della Liguria. Per domenica il bollettino prevede un livello di “attenzione” per i venti che arriveranno a soffiare forte fino a 80 km/h. Conseguenza del forte libeccio saranno le mareggiate intense che interesseranno, domani e lunedì, i tratti di costa più esposti a Sud Ovest. Alta probabilità di temporali di forte intensità.

Ecco il bollettino in dettaglio per domenica 3 novembre 2013: nella prima parte di Domenica precipitazioni diffuse, localmente moderate e significative, in particolare su B, C ed E, anche a carattere temporalesco, con alta probabilità di locali fenomeni forti e organizzati. Progressivo esaurimento delle precipitazioni nella seconda parte della giornata. Venti forti da Sud, Sud Ovest, con locali raffiche di burrasca fino a 80 km/h, in temporanea rotazione da Nord nel pomeriggio. Moto ondoso in aumento fino ad agitato sotto costa su B, C e localmente su A, fino molto agitato al largo, con probabili mareggiate, anche intense, sulle coste esposte a Sud Ovest.

Nella prima parte di lunedì ancora condizioni di mare localmente agitato, con probabili mareggiate su C, localmente anche intense. In lento calo nel pomeriggio. Venti forti da Sud Ovest, con frequenti burrasche al largo. Nuovo aumento dell’instabilità a partire da metà giornata, con precipitazioni diffuse su B, C ed E, anche a carattere temporalesco, e alta probabilità di isolati fenomeni forti. Seguire gli aggiornamenti”.

I possibili effetti al suolo, secondo il bollettino Arpal sono “allagamenti ad opera di piccoli canali/bacini con possibili piene improvvise di piccoli rii; fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibili allagamenti e danni ai locali interrati, provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Eventuale innesco di locali smottamenti superficiali dei versanti. Possibili disagi alla viabilità e danni localizzati a strutture provvisorie e vegetazione per locali forti colpi di vento, trombe d’aria, grandine e fulmini”.

Arpal mette in guardia anche per l'”occasionale pericolosità” per l’incolumità delle persone e beni.

I venti di burrasca forte possono infatti causare danni e caduta di parti di strutture provvisorie e mobili, di insegne e vegetazione, disagi per lo svolgimento di attività in quota, disagi per il traffico aereo, le attività portuali, la viabilità dei mezzi pesanti e la navigazione da diporto.

Il mare molto agitato con possibili mareggiate intense può essere pericoloso per la balneazione e le attività nautiche, con danni lungo le coste esposte e nei porti a imbarcazioni e strutture.