Quantcast
Economia

Lavoratori davanti a un baratro: “La politica può salvare il Teatro dell’Archivolto”

incontro teatro archivolto

Genova. Questa mattina presso il Teatro dell’Archivolto si è svolta la conferenza stampa di Slc Cgil e Fistel Cisl in merito alla vertenza che coinvolge il “Modena”.

La liquidità del Teatro è agli sgoccioli e solo grazie agli spettacoli offerti al Teatro da grandi artisti come Bisio, Bollani e altri è stato possibile pagare gli stipendi. “Ora, nonostante i contratti di solidarietà che decurtano gli stipendi del 20 per cento, i 22 dipendenti sono davanti ad un baratro”.

Le OO.SS. chiedono a Comune di Genova e Regione Liguria di farsi carico di questa situazione che non è più sostenibile. Con una media di 65 mila spettatori all’anno, e più di un 1 milione dal ’97 ad oggi, il Teatro è un presidio culturale del territorio che rende un servizio a tutto il quartiere di Sampierdarena qualificandolo e dando la possibilità ad altre decine di attività commerciali di sopravvivere. Al Comune si chiede un intervento dedicato che possa garantire la sopravvivenza del Teatro e contestualmente, alla Regione, si chiede un intervento legislativo che faccia rientrare l’Archivolto nel perimetro dei ‘teatri necessari’, mappatura dei teatri a livello regionale che potrebbe aprire nuove opportunita’ al Teatro.

Il prossimo 20 novembre alle ore 9 in Regione ci sarà  un incontro alla presenza degli Assessori Sibilla e Berlangeri durante il quale dovranno essere assunte decisioni urgenti per salvare il Teatro.