Quantcast

“Il pianeta ha bisogno di te”, tra giochi interattivi e simulazioni nuovo viaggio di Wow! alla scoperta della sostenibilità

Genova. Dopo il viaggio al centro del cervello e quello nelle profondità degli abissi Wow! Genova Science center propone d oggi un nuovo affascinante itinerario che punta direttamente al futuro, al 2050, per vedere come starà il nostro pianeta. La mostra interattiva “2050 – Il pianeta ha bisogno di te” è realizzata dal Science Museum di Londra e promossa da Codice. Idee per la cultura.

La mostra, ospitata nella sede di Wow! ai Magazzini del Cotone, traduce in esperienze interattive la sfida rappresentata dal viaggio verso la sostenibilità della vita sul nostro pianeta con una proiezione al futuro, raccontando di un ipotetico ma raggiungibile 2050, dove la sostenibilità è frutto dei grandi progetti ma anche dei comportamenti quotidiani di ciascun individuo. Il linguaggio multimediale e l’approccio interattivo della mostra stimolano la responsabilità individuale alla costruzione di un domani sostenibile e agevolano la conoscenza di queste tematiche, rivolgendosi principalmente ai bambini e ai ragazzi, che interpretano un ruolo determinante in questo viaggio nel futuro, o meglio, in questa odissea sulla terra verso il 2050.

In uno scenario generale caratterizzato dai fenomeni legati alle dinamiche demografiche, all’incertezza sulle riserve petrolifere, alla limitata disponibilità di cibo e di acqua, al riscaldamento globale, il concetto di «sostenibilità» è diventato imprescindibile e obbligato, in tutti i campi, per garantire uno sviluppo finalizzato primariamente al bene delle persone.

La mostra è articolata in varie sezioni, che esplorano e approfondiscono gli ambiti fondamentali su cui agire per migliorare il mondo di domani: l’alimentazione, dalle risorse disponibili alle nuove prospettive aperte dall’innovazione tecnologica, tra cui OGM e biotecnologie; il tempo libero, per comprendere come gli stili di vita (dal gioco alle vacanze alle comunicazioni) determinino uno specifico impatto ambientale; i trasporti che sono in continua evoluzione verso nuovi mezzi e modalità, tra cui i nuovi carburanti; gli edifici che, oltre a proteggerci dagli elementi naturali, conferiscono un senso di identità e di comunità.

Il viaggio attraverso queste sezioni, oltre che da animatori scientifici appositamente formati, è accompagnato da quattro guide virtuali – Eco, Buz, Dug e Tek – che arrivano direttamente dal 2050. Il percorso si snoda attraverso un tour digitale, con una serie di stazioni ‘hands on’ come un grande gioco interattivo: una Carta Pianeta assegnata a ogni visitatore ne registra, strada facendo, scelte e abitudini quotidiane per arrivare a indicare, alla fine della mostra, se il suo comportamento sia virtuoso o meno in termini di sostenibilità ambientale.

Arricchisce 2050, lo show multimediale Acqua aria terra e fuoco. Quattro punti di vista sulla sostenibilità, uno sguardo a trecentosessanta gradi sulla salute del nostro pianeta, un viaggio per immagini e musica prodotto direttamente da WOW! in collaborazione con Greenpeace e National Geographic Channel.

Infine, completano l’esperienza di visita e l’offerta da un punto di vista didattico 2 laboratori che approfondiscono alcune delle tematiche già affrontate nel corso della mostra: “Riciclacqua”, per bambini dai 5 ai 13 anni, sull’inquinamento delle acque, e “Impronte sull’acqua”, per ragazzi dai 14 anni in su, sull’acqua come risorsa preziosa per il futuro del pianeta.