Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Carlo Felice punta al rilancio e apre il foyer: molte iniziative per un pubblico diversificato

Più informazioni su

Genova. Il Carlo Felice come luogo di incontro diversificato. E’ l’obiettivo dei vertici del Teatro che hanno presentato le iniziative previste nel grande foyer del Torrione dove conferenze, incontri, concerti-aperitivo, intrattenimenti jazz saranno accompagnati da momenti di ristorazione per offrire un diverso modo di vivere e valorizzare la struttura.

Uno sforzo organizzativo che punta a rilanciare l’immagine del Teatro in un momento di crisi economica preoccupante. Gli stipendi di ottobre sono stati appena pagati, ma al Carlo Felice si vive alla giornata: i soldi necessari a sostenere le spese fisse arrivano direttamente dagli incassi, Fus e Comune debbono liquidare ancora due milioni (il Fus sarà saldato a marzo 2014 secondo le ultime indicazioni ministeriali) e per la chiusura del 2013 mancano all’appello circa tre milioni e 700 mila euro.

In questa situazione richiamare più pubblico possibile con iniziative differenziate può essere la sola strategia possibile. Il Foyer, dunque, si aprirà per quattro distinti cicli. Ieri pomeriggio Gianna Schelotto, soffermandosi sul tema “Gilda e suo padre” (la prossima settimana debutterà
“Rigoletto”) ha aperto la rassegna “Delitti cantati”: otto incontri fino ad aprile su alcune tematiche operistiche affidati a studiosi e appassionati fra i quali Marco Salotti, Guido Paduano, Pierluigi Pinelli. Giovedì partirà invece una minirassegna di “aperitivi in jazz”: quattro concerti con il Trio di Stefano Onorati (7 novembre), un recital di Riccardo Arrighini dedicato a Verdi e Wagner rivisti jazzisticamente (20 novembre), un omaggio a Billie Holiday con Caterina Lazagna (5 dicembre) e un ultimo omaggio a Fellini (19 dicembre).

La prossima settimana inizieranno i concerti aperitivo della domenica mattina che coinvolgeranno vari artisti fra i quali anche i cantanti ammessi al nuovo Ensemble Opera Studio. Infine, “Indovina chi viene a teatro” ospiterà – a partire dal 13 novembre prossimo – personaggi legati o meno al mondo della lirica in conversazioni naturalmente dedicate al teatro.