Quantcast
Cronaca

Gli rubano la borsa da calcio: trova il ladro, ma si fida di lui e lo lascia andare. Poi ci pensa la polizia

auto polizia

Genova. Delle scarpe da calcetto costosissime, tanto da costargli una doppia denuncia. Rocambolesco episodio la scorsa notte in via Sampierdarena.
Terminata la partita di calcetto con gli amici, un uomo come d’abitudine è andato a mangiare in un locale di via Canzio. Qui ha subito il furto della propria borsa sportiva, all’interno della quale custodiva gli indumenti appena usati e le chiavi di casa.

Con la collaborazione di alcuni avventori, la vittima ha appreso che l’autore del furto era un uomo solito frequentare via Sampierdarena. La vittima si è recata subito sul posto dove ha notato un uomo che indossava le sue scarpe da calcetto. Il derubato ha chiesto spiegazioni, il colpevole dapprima ha tergiversato poi ha confessato di essere in possesso della borsa rubata che si trovava nascosta all’interno di uno stabile abbandonato in via Lungomare Canepa.

Il ladro ha anche aggiunto che, se lo avesse atteso, di lì a poco sarebbe ritornato per riconsegnargli la refurtiva, allontanandosi poi a gran velocità, senza ovviamente fare più ritorno. La vittima, ormai senza speranze, ha allora incontrato e fermato una volante della Polizia raccontando agli agenti i fatti accaduti.

Gli operatori hanno subito individuato il colpevole che nel frattempo era ritornato in via Sampierdarena, “convincendolo” ad accompagnarli presso l’edificio abbandonato per recuperare la borsa del giovane e restituirla al legittimo proprietario. L’uomo, 29 anni, irregolare sul territorio nazionale, è stato denunciato per ricettazione e per la violazione della normativa sull’immigrazione.