Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, sparò al gatto del vicino: Cassazione conferma 7 mila euro di multa

Più informazioni su

Genova. Ha ucciso con una carabina il gatto del vicino di casa. E la Cassazione ha confermato la condanna al pagamento di una multa di 7 mila euro.

L’uomo, secondo quanto ricostruito, avrebbe ammazzato l’animale perché lo infastidiva. L’episodio sarebbe avvenuto a Recco e l'”assassino” sarebbe un manager milanese con villa nel levante genovese. Il giudice di primo grado lo aveva condannato per “maltrattamento di animali” con l’aggravante della “condotta aggressiva”.

L’imputato aveva così impugnato la sentenza ma la Cassazione ha dato ragione al giudice di prima istanza, ribadendo come “non solo il Tribunale ha esplicitato la valutazione di non necessita’ della condotta, anche volendosi porre nell’ottica di una reazione dell’imputato a situazione di fastidio, ma ha complessivamente ricostruito il fatto nella prospettiva di una ripetizione di condotte aggressive che hanno
in ultimo condotto alla morte di un animale”. Per questo i magistrati hanno escluso ogni attenuante generica.