Quantcast
Cronaca

Genova, morì dopo aver trasportato mobili: indagato datore lavoro

palazzo di giustizia tribunale genova

Genova. Il pm Federico Manotti ha indagato, con l’ipotesi di omicidio colposo, un autotrasportatore di 48 anni, datore di lavoro di Maurizio T., genovese di 55 anni morto dopo aver trasportato alcuni mobili in un appartamento nella zona della Foce. Il pm intende disporre l’autopsia per conoscere le cause della morte. Secondo quanto si è appreso Maurizio T., disoccupato, aveva accettato l’incarico fornitogli da un amico, residente nel biellese e titolare di una ditta individuale di autotrasporti il quale, a sua volta, doveva trasportare dei mobili per conto di un negozio.

Pare che Maurizio T. si sia sentito male dopo aver trasportato pezzi di una cucina componibile per sei piani perché l’ascensore era troppo piccolo per caricare i mobili.

Era stato subito chiamato il 118 che aveva inviato un’auto medica di Genova Soccorso e un’ambulanza ma, nonostante gli sforzi compiuti per rianimarlo, l’uomo è morto per arresto cardiaco. Secondo i primi accertamenti pare che la vittima non avesse alcun contratto e abbia lavorato in nero.