Quantcast
Cronaca

Frigoriferi molesti, 5 anni senza chiudere occhio. Sestri Ponente: supermercato condannato a maxi risarcimento

palazzo di giustizia tribunale genova

Sestri Ponente. Frigoriferi che si rivelano insopportabili quando, la notte, tutto (o quasi) tace. Accade a Sestri Ponente e la storia approda in un’aula di tribunale. Vittima è Emilia M., che vive in un appartamento proprio sopra un supermercato.

Il disagio data dal 2008: è proprio in quell’anno che la signora smette di dormire. Nessuna insonnia; potesse, riposerebbe più che volentieri, ma i potenti frigoriferi e congelatori alimentari posti nel supermarket glielo impediscono. Il caso passa nelle mani dell’amministratore di condominio, ma i richiami ai gestori del negozio non portano a nulla.

A darle una mano, invece, le perizie di un tecnico acustico. Il risultato delle indagini è stato eclatante: il rumore superava di circa 6 decibel il limite massimo considerato tollerabile per legge. Il supermercato doveva perciò mettere mano al portafoglio per eliminare il disturbo, ma tra un “se” ed un “ma” il tempo passava senza soluzione di continuità.

Nel 2009 la pazienza di Emilia si esaurisce: si rivolge all’avvocato Durelli, esperto in materia di disturbi da rumore e avvia così un iter legale. Oggi, finalmente, la sentenza che in sede civile condanna il supermercato a eseguire gli interventi per silenziare i frigoriferi, il pagamento di tutte le spese legali e peritali oltre il riconoscimento di tutti i danni morali, per un totale di circa 30.000 euro.

“Era una situazione davvero insostenibile – spiega Emilia -. Non riuscivo più a dormire la notte. Se il supermercato si fosse attivato subito, quando glielo avevo chiesto con le buone, oggi avrebbero risparmiato un bel po’ di soldi. E invece si ritrovano a sborsare dieci volte tanto. Spero che il mio caso serva ad esempio per tutte quelle persone disturbate dai rumori e che subiscono senza reagire”.