Politica

Decadenza Berlusconi, Don Farinella scrive a Napolitano: “E’ indegno di essere Cavalierè

Genova. Silvio Berlusconi “è, oltre ogni dubbio, indegno di fregiarsi del titolo onorifico di Cavaliere della Repubblica perché ha violato la legge” e per questo
“chiedo al Presidente della Repubblica che revochi il titolo di Cavaliere”. Questo il contenuto di una lettera che il teologo e biblista genovese don Paolo Farinella ha scritto al Presidente Giorgio Napolitano.

Secondo Farinella, Berlusconi ha avuto una condotta “tutt’altro che specchiata” essendo “motivo di scandalo e disonore per l’Italia in tutto il mondo”, inoltre “è stato condannato per evasione fiscale, cioè per furto a quegli stessi italiani che governava” e “ha costituito fondi neri all’estero per manomettere il mercato interno e per corrompere magistrati, giudici e politici fino a violentare il senato della Repubblica, comprando parlamentari per fare cadere governi democraticamente eletti”.

“Mi auguro – ha scritto Farinella nella missiva – che Lei, teoricamente custode della dignità delle Istituzioni, non tergiversi ancora nell’emettere senza indugio un decreto di revoca del titolo di Cavaliere a Silvio Berlusconi”. Sarebbe un “risarcimento morale”.