Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Crollo ponte di Carasco: assegnati i primi lavori, venti giorni per le demolizioni

Carasco. Appalto assegnato e primi interventi già avviati per la demolizione e lo smaltimento dei materiali del ponte di Carasco sulla provinciale 225, crollato nella devastante alluvione della notte fra il 21 e il 22 ottobre scorso. Ad aggiudicarsi la gara della Provincia di Genova è stata la ditta Demolscavi s.a.s. di Carasco, che ha presentato la migliore offerta. Sono venti i giorni previsti per completare le demolizioni, che non riguarderanno solo il tratto di ponte e la pila abbattuti, ma anche le altri parti, rimaste in piedi, della struttura.

“I tecnici ritengono più opportuna questa procedura – spiega il commissario della Provincia, Piero Fossati – sia in previsione di un nuovo ponte a campata unica, sia nel caso di una struttura con una pila
in alveo, che andrebbe comunque rifatta”. I mezzi dell’impresa questo pomeriggio hanno già iniziato le operazioni nel greto del torrente, con la supervisione dei tecnici della Provincia.

“Ora si tratta, nel rispetto della sicurezza e di tutte le norme – dice Piero Fossati – di fare presto, per avviare prima possibile anche le fasi di ricostruzione, appena sarà stata completamente definita la soluzione progettuale. In ogni caso chiederemo nell’appalto all’impresa che dovrà ricostruire e rafforzare le spalle in cemento armato sulle due sponde, sulle quali poggerà il nuovo ponte metallico, di lavorare su due turni giornalieri o sette giorni su sette, festivi compresi. Perché comunque le nuove strutture in cemento armato delle spalle hanno un periodo obbligatorio di “maturazione” di ventotto giorni e prima si arriverà a completarle, prima si potrà procedere al successivo varo delle strutture metalliche che completeranno il ponte, liberando la vallata da tutti i pesanti disagi attuali”.