Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Commemorazione defunti, Bagnasco a Staglieno: “Ricordiamo chi operò per Italia libera”

Genova. ”Oggi ricordiamo quanti hanno combattuto e operato perché l’Italia fosse la nostra casa, libera, giusta, serena e perché il mondo fosse migliore”. Lo ha detto oggi il presidente della Cei, cardinale Angelo Bagnasco celebrando nel cimitero monumentale di Genova Staglieno la messa per la Commemorazione dei caduti, in occasione della ricorrenza dei defunti, a cui è seguita la deposizione di corone da parte delle Autorità.

”La morte – ha detto Bagnasco – è la porta di casa” ed oggi ”non ricordiamo solo i defunti che portiamo nella vivezza della memoria” ma anche ”i militari di ogni tempo e i membri delle forze dell’ordine, sepolti qui o altrove”. Persone che ”non conosciamo personalmente ma sentiamo che ci appartengono, che sono parte di noi, che fanno parte della nostra famiglia, perché hanno vissuto, combattuto e operato perché l’Italia fosse la nostra casa. Si sono dedicati al loro dovere con umiltà e dedizione fino al sacrificio della vita per la pace, per l’ordine e la sicurezza”.

Per questo, ha concluso, ”la comunità è loro riconoscente: per questo siamo qui ogni anno, non per un incontro rituale, ma per testimonianza di fede e di profonda gratitudine per queste persone che ci hanno preceduto e alle quali siamo tutti debitori”.

Fino a domenica 3 novembre, tutti i cimiteri cittadini sono aperti dalle 7.30 alle 17 (ultima entrata consentita alle 16.30), salvo eventuali cambiamenti dovuti ad avverse condizioni meteo, è anche sospeso alle auto private l’ingresso in tutti i cimiteri.
Le persone disabili e coloro che sono già in possesso di autorizzazione possono accedere ai cimiteri con auto private solo dalle 12.30 alle 13.30.

Negli stessi giorni, nel cimitero monumentale di Staglieno, è sospeso il normale servizio AMT a pagamento. A disposizione, come ogni anno, il servizio gratuito di minibus, per il trasporto di persone con particolari difficoltà di deambulazione, da richiedere all’ingresso all’ispettore cimiteriale.
A partire dal 4 novembre i cimiteri saranno accessibili al pubblico negli orari di apertura soliti.