Quantcast
Economia

Carige, Doria incontra il management: “La Banca sappia affrontare il futuro”

doria carige

Genova. Il sindaco Marco Doria ha fatto visita oggi alla sede centrale della Banca Carige S.p.A, ricevuto dal presidente Cesare Castelbarco Albani, dal vicepresidente Alessandro Repetto e dall’amministratore delegato Piero Montani.

Il sindaco ha rivolto un augurio di buon lavoro agli amministratori, ai dirigenti e al personale della banca. Nel corso di un incontro con il management di Carige, Doria ha spiegato le ragioni della visita.

“Carige è una grande impresa della città – ha affermato – e sento il dovere di manifestare l’interesse e l’attenzione del Comune così come ho fatto nei confronti di altre importanti realtà economiche genovesi.” Doria ha sottolineato che la storia di Carige è fortemente intrecciata con quella della città e della regione, ciò che costituisce il tratto specifico di questa banca che deve essere salvaguardato.

Riferendosi alle note vicende che hanno coinvolto l’istituto bancario, Doria ha aggiunto: “come sindaco non sono interessato a riflettere sul passato, sulle sue molte luci e sulle ombre, lo farò forse un giorno come storico, ma adesso avverto la necessità ed esprimo l’augurio che la banca, voltata pagina, sappia affrontare il futuro”.

“Ognuno deve fare il proprio mestiere – ha detto il sindaco – Non intendo esercitare ingerenze nel lavoro della banca. Nella banca ci sono persone preparate, capaci, serie e legate all’azienda. Per questo non ho ragioni di preoccupazione. La buona riuscita del lavoro – ha osservato ancora Doria – dipenderà anche dal fatto che nell’azionariato si determini una condizione di stabilità.”

“Anche la Fondazione Carige deve chiudere una pagina di turbolenza – ha aggiunto il sindaco -. Il Comune, nel rispetto dei ruoli che spettano a ciascuno, chiede che non si disperda il legame tra la banca e la realtà locale. Una “banca del territorio” presuppone una presenza significativa del territorio anche all’interno dell’azionariato. So bene – ha rimarcato – che riaffermare la validità di una relazione Istituzioni locali/Fondazione/Banca comporta anche il rischio che tale relazione sia gestita male scadendo nelle ingerenze. Purtroppo, comportamenti sbagliati hanno accresciuto la necessità di fronteggiare un tale rischio. Ma l’esigenza di questo rapporto resta inalterata e fondamentale”.