Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Autismo, Siri: “La Regione deve adottare precisi interventi”

Più informazioni su

Regione. “La mia famiglia conosce da tempo alcune realtà in cui sono presenti giovani ragazzi autistici” spiega Siri “Ho chiesto personalmente la convocazione di questa Commissione con l’audizione delle numerose Associazioni che offrono assistenza sul nostro territorio con l’intento di sensibilizzare le Istituzioni verso un problema che coinvolge tantissime persone”.

“L’autismo è un disturbo cronico dello sviluppo del sistema nervoso centrale” precisa il Consigliere “che determina una disabilità complessa che coinvolge l’ambito sociale, comunicativo e comportamentale.”
“Siccome i disturbi dello spettro autistico perdurano per tutto l’arco della vita appare evidente la necessità della costituzione di una adeguata ed efficiente rete integrata di servizi sanitari, socio-sanitari ed educativi che dovrà prendere in carico, in maniera globale e per tutta la durata della sua vita, il soggetto autistico”.

“Dal prezioso confronto con le Associazioni” evidenzia Siri “è emersa la fondamentale importanza di una diagnosi tempestiva in quanto l’autismo è un disturbo ad esordio precoce, nei primi tre anni di vita. Da qui l’esigenza di introdurre una mirata informazione e formazione negli ambiti pediatrici, da estendere poi al personale sanitario in generale nonché a tutte le figure che operano in ambito sociale, scolastico ed universitario”.

“Altrettanto cruciale nel percorso di una persona con autismo” continua Siri “è il momento dell’inserimento nel mondo lavorativo, un passaggio delicato che richiede attenzione e specificità”.
“Senza dimenticare, poi, tutto quanto ruota intorno alle problematiche ed esigenze delle famiglie al cui interno ci sono persone con autismo”.
“Le cose da fare sono tante” conclude Siri “il prossimo appuntamento è sempre in Commisione Sanità, tra circa un mese, per individuare un percorso e dare risposte concrete da parte delle Istituzioni”.