Quantcast
Cronaca

Agricoltura, arriva il freddo ma manca il decreto per il gasolio agevolato: Coldiretti Genova lancia l’allarme

agricoltura in piazza - basilica

Genova. “E’ urgente e non si può più attendere oltre”. Alle imprese agricole del Genovesato servono garanzie sul gasolio agevolato per le colture in serra, già previsto dalla Legge del Fare e confermato dalla Legge di Stabilità attualmente in discussione.

“Ciò che manca, ad oggi, è però il decreto attuativo” ragiona Germano Gadina, presidente di Coldiretti Genova. “E l’approssimarsi dell’inverno, il calo delle temperature iniziato già in questi giorni, non apre uno scenario incoraggiante per le nostre imprese”.

Le colture in serra che interessa un numero importante di imprenditori e di ettari coltivati, rappresentano una voce strategica per la produzione provinciale.

Va da sé che la riduzione dell’accisa prevista (pari a 25 euro per mille litri), rappresenterebbe per i produttori agricoli una boccata d’ossigeno di grande impatto, soprattutto nell’attuale fase congiunturale che mette le imprese a confronto con difficili situazioni di mercato e con il contestuale incremento dei costi di produzione.

“La riduzione dell’accisa è prevista a condizione che i richiedenti siano serricoltori per i quali l’attività imprenditoriale agricola costituisce l’esclusivo o comunque il prevalente fattore produttivo, cioè coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali, iscritti nella relativa gestione previdenziale ed assistenziale” precisa il direttore della Coldiretti provinciale Domenico Pautasso. “Ciò viene incontro alle esigenze dei nostri produttori e riconosce la strategicità di queste colture per la provincia di Genova”.

Allo stesso tempo, Coldiretti Genova esprime la propria soddisfazione per la conclusione positiva del contenzioso con la Commissione europea, che nel 2009 aveva avviato una procedura d’infrazione nei confronti dell’Italia sull’esenzione dall’accisa sul gasolio destinato al riscaldamento delle serre.

La Commissione europea – ricorda la Coldiretti – ha informato le autorità italiane che, dopo aver preso atto dei risultati dei controlli effettuati su 21.498 aziende coinvolte a livello nazionale, per un importo complessivo di 99.326.141,93 euro, non vi sono aiuti da recuperare.

Si tratta di un risultato molto importante per le imprese raggiunto grazie agli sforzi del ministero delle Politiche Agricole che va ora sostenuto – continua la Coldiretti – con l’emanazione del decreto attuativo che chiarisce le condizioni operative per poter rendere applicabile l’agevolazione sul gasolio.