Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Valbisagno, si riparte: pallone nuovo e risparmio energetico, Sciorba sempre più “green” foto

Genova. Un nuovo pallone, più basso, più largo e meno impattante per la vista. La “rinascita” della Sciorba, uno degli impianti sportivi più grandi d’Italia, passa anche da qui, otto mesi dopo l’atto vandalico che aveva sfregiato il pallone e di riflesso la Valbisagno e le attività della “sua” piscina, il giorno dopo la presa in gestione da parte del consorzio My Sport, otto società e l’ambizioso progetto di farne un fiore all’occhiello della green economy, completamente autonomo, o quasi, dal punto di vista energetico per un investimento complessivo di 2 milioni di euro.

“Come da bando di gara abbiamo in progetto nuove e importanti tecniche di risparmio energetico – spiega Enzo Barlocco, presidente My Sport – dal motore, alle caldaie, ai teli ripristinati per coprire la vasca e mantenere così il calore. Ma la prima cosa era rimettere in piedi il pallone – sottolinea – e restituire alle società il proprio posto”. Dopo l’atto vandalico, infatti, la vasca era rimasta scoperta, poi da maggio e per tutta l’estate le attività sono riprese in concomitanza con la stagione balneare. “Ma era essenziale arrivare a ottobre con il pallone nuovo, e ce l’abbiamo fatta – commenta Barlocco – dal primo di questo mese la piscina era di nuovo coperta, pronta all’uso per società sportive e utenti”.

Oltre alla libera balneazione e alle attività “commerciali”, per contratto la Sciorba mette l’acqua a disposizione dell’agonismo genovese, per 10 ore al giorno, dalle 14 alle 22. In corsia, o in campo, possono così scendere una decina di società espressione del territorio e dello sport ligure anche di alto livello.

Da Genova Nuoto e Anpi Molassana, che alla Sciorba sono di casa, all’Andrea Doria. Dalla Locatelli allo Sturla e ai Rivarolesi. “E’ un impianto enorme, uno tra i più grandi d’Italia e con le tecnologie più avanzate – sottolinea il presidente di MySport – ma in questi primi mesi di gestione, nonostante l’atto vandalico, siamo abbastanza soddisfatti. La gente risponde bene e noi abbiamo ancora molte cose da portare avanti”. Il progetto dell’autonomia energetica e una serie di eventi, di cui il prossimo “Nico Sapio”, organizzato nel week end del primo e due novembre, da Genova Nuoto e patrocinato dalla Regione, coinvolgerà atleti provenienti da tutto il mondo. Ogni week end inoltre la Sciorba è sede per i campionati di pallanuoto e nuoto.

“E’ un eccellenza, un complesso di interesse ligure e non solo genovese – commenta l’assessore allo Sport della Regione, Matteo Rossi – pur essendo ‘datato’, infatti, in realtà è molto avanzato. Ma deve sostenere costi di gestione molto alti, ci auguriamo di poter aiutare la Sciorba, così come gli altri impianti sportivi, portandola verso l’autonomia energetica, utilizzando i bandi a disposizione della Regione. Inoltre – conclude l’assessore – Cercheremo di introdurre l’impiantistica sportiva all’interno dei fondi europei 2014-2020. Siamo convinti che questa sia la strada giusta”.

Oggi intanto la Valbisagno festeggia il suo impianto con un open day: ingresso libero e gratuito per tutti.